Cerca

Claps: operaio romeno nega  di essere stato nel sottotetto

Claps: operaio romeno nega  di essere stato nel sottotetto
POTENZA – L'operaio romeno – che un collega ha indicato come una delle prima persone a vedere il corpo di Elisa Claps, con altri tre operai, nel sottotetto della Chiesa della Trinità, a Potenza, il 17 marzo 2010 – non è "mai stato nella chiesa" e da tempo non lavorava più per quella ditta, a causa della fine del contratto.

E' stato lo stesso operaio, Marcel Mihai – nel corso di una delle udienze in cui sono imputate due signore delle pulizie accusate di false dichiarazioni rese al pm – a smentire la versione fornita qualche mese fa dal collega, Sorin Orobet Ioan: "Non sono mai stato in quel sottotetto – ha detto – e da qualche mese non lavoravo più per Corneliu Todilca, perchè il contratto era terminato e non poteva assumermi di nuovo".

Todilca è il cognato di Mihai, e i due abitano nella stessa casa: "Quella mattina – ha proseguito Mihai – ho incontrato Todilca nei pressi di piazza XVIII Agosto, e mi ha chiesto di prestargli un attrezzo, che sono andato a prendere in macchina e che gli ho consegnato davanti alla chiesa: mi ha chiesto anche la cortesia di parcheggiare il furgone, perchè non poteva rimanere lì, e dopo una ventina di minuti ho trovato un posto, ho messo i grattini e poi sono andato a riportagli le chiavi, sempre nel piazzale della Trinità. Solo in quel momento mi ha detto di andare via perchè era successo qualcosa di cui non poteva parlarmi, e così me ne sono andato". Rispondendo alle domande del pm, Laura Triassi, Mihai ha quindi spiegato di non sapere perchè Sorin ha fornito quella versione, e di non sentirlo e vederlo più da molto tempo.

Successivamente il pm ha letto in aula un brano di un’intercettazione (non acquisita agli atti) in cui una dipendente della Asl racconta alcuni passaggi della vicenda (in particolare sulle tegole che ricoprivano il corpo di Elisa Claps) spiegando di aver ricevuto tali notizie dalle suore della struttura che ospitava l’allora viceparroco della chiesa don Wagno Oliveira. La prossima udienza si svolgerà il 14 settembre. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400