Cerca

«Stalking a Potenza» Si ferma il processo Giudici influenzati da tv

«Stalking a Potenza» Si ferma il processo Giudici influenzati da tv
POTENZA – Su richiesta dell’imputato, secondo il quale i giudici potrebbero essere influenzati da una puntata della trasmissione della Rai Tre, "Amore Criminale" che ha raccontato una vicenda di stalking e violenza sessuale, la Corte d’Appello di Potenza ha inviato alla Corte di Cassazione gli atti del processo.

L'uomo, difeso dall’avvocato Gaetano Basile, attualmente si trova in carcere, e ha presentato all’ufficio matricole una richiesta di rimessione per "legittima suspicione" (sulla base dell’articolo 45 del Codice di procedura penale): nell’udienza di oggi la Corte d’Appello ha quindi inviato gli atti alla Cassazione, disponendo anche la sospensione del processo e dei termini di prescrizione e di custodia cautelare.

In primo grado, lo scorso ottobre, l’imputato fu condannato (con rito abbreviato) a 3 anni e 8 mesi di reclusione per violenza sessuale, maltrattamenti e stalking (l'appello riguarderebbe però solo la violenza sessuale). La vicenda è stata raccontata nelle scorse settimane dalla trasmissione televisiva della Rai, che ha ricostruito la storia, terminata nel 2012 quando la donna, difesa dall’avvocato Cristiana Coviello, ha lasciato la sua abitazione per cercare un "rifugio" in casa di alcuni parenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400