Cerca

Potenza, il pm indaga sui subappalti Total

POTENZA - Assunzioni in cambio di subappalti. Questa è l’ipotesi della Procura, che sta cercando di verificare i rapporti tra le amministrazioni comunali, alcuni imprenditori (tra i quali qualcuno già coinvolto in una precedente inchiesta) e la compagnia petrolifera. La Procura della Repubblica di Potenza ha acquisito atti nei Comuni di Guardia Perticara e di Corleto Perticara, nell’ambito di un’inchiesta sui subappalti per la realizzazione del Centro Oli della Total
Potenza, il pm indaga sui subappalti Total
Assunzioni in cambio di subappalti. Questa è l’ipotesi della Procura, che sta cercando di verificare i rapporti tra le amministrazioni comunali, alcuni imprenditori (tra i quali qualcuno già coinvolto in una precedente inchiesta) e la compagnia petrolifera.

La Procura della Repubblica di Potenza ha acquisito atti nei Comuni di Guardia Perticara e di Corleto Perticara, nell’ambito di un’inchiesta sui subappalti per la realizzazione del Centro Oli della Total: secondo quanto si è appreso, gli investigatori della Squadra mobile di Potenza stanno verificando le ipotesi di assunzioni fatte in cambio dell’affidamento di subappalti.

L’inchiesta – coordinata dal pubblico ministero della Procura antimafia Francesco Basentini, in collaborazione con la Direzione nazionale antimafia (Dna) – riguarda le estrazioni petrolifere in Basilicata: un secondo filone è invece riferito allo smaltimento del materiale proveniente dal Centro Olii di Viggiano dell’Eni, su cui stanno invece indagando i carabinieri del Nucleo operativo ecologico (Noe). Ieri negli uffici della Procura della Repubblica si è svolta una riunione a cui ha preso parte anche il sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia Elisabetta Pugliese.

Si cerca di capire i rapporti che intercorrono tra l’amministrazione, la compagnia petrolifera e le aziende che operano nella concessione di Tempa Rossa.

POTENZA - Alcune imprese che finirono nella prima indagine su Total (quella condotta dal pm Henry John Woodcock e che portò anche ad arresti e che oggi è in fase dibattimentale davanti ai giudici del Tribunale di Potenza) gravitano ancora nell’orbita della compagnia petrolifera francese. Nonostante ci sia anche un contenzioso aperto tra le imprese e la compagnia petrolifera.

Sulla vicenda la Total non rilascia dichiarazioni. Dalla compagnia petrolifera si sono limitati a riferire i numeri secchi delle assunzioni. La Total segnalo che anche nell’ultima rilevazione si conferma un trend di crescita che ha portato a quota 593 lavoratori indiretti (rispetto ai precedenti 580) e ad una quota di 165 per i dirette (rispetto ai precedenti 150), per un totale aggiornato al mese di settembre di 758 lavoratori (rispetto ai precedenti 730). La percentuale dei lucani occupati è del 70 per cento per i diretti e del 66 per cento per gli indiretti.

f. a.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400