Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:10

Accordo Melfi, Marchionne «Importante risultato» Ed è scontro tra sindacati

MELFI (Potenza) - "L'accordo sui 20 turni raggiunto nei giorni scorsi a Melfi produce un ulteriore ed importante risultato occupazionale: oggi a Ginevra, l’AD di FCA Sergio Marchionne ha annunciato che grazie all’accordo e al definitivo varo dei decreti compresi nel Jobs Act, le assunzioni a Melfi saranno 1.900 e non 1.500".
Accordo Melfi, Marchionne «Importante risultato» Ed è scontro tra sindacati
MELFI (Potenza) - "L'accordo sui 20 turni raggiunto nei giorni scorsi a Melfi produce un ulteriore ed importante risultato occupazionale: oggi a Ginevra, l’AD di FCA Sergio Marchionne ha annunciato che grazie all’accordo e al definitivo varo dei decreti compresi nel Jobs Act, le assunzioni a Melfi saranno 1.900 e non 1.500". Lo sostiene il segretario nazionale della Fismic, Roberto Di Maulo, secondo il quale, "è un risultato importantissimo dovuto alla buona congiuntura del mercato statunitense ed un’occasione che i lavoratori della Basilicata non possono e non debbono assolutamente perdere".

Per il segretario della Fismic, "le contestazioni messe in atto dai 'duri e purì della Fiom in questo quadro diventano sempre di più un atto di sciacallaggio nei confronti del comprensibile timore che hanno i lavoratori di dover affrontare la nuova turnistica. In realtà alle attuali condizioni lavorative e, soprattutto grazie alle nuove 400 assunzioni annunciate oggi, i disagi dei lavoratori saranno lievi perchè ci sarà la possibilità di lavorare solo una domenica ogni 8 settimane e saranno compensate dalle maggiorazioni salariali previste che comporteranno un beneficio di circa 1.500 euro l'anno. Di fronte a questo nuovo annuncio – conclude Di Maulo - la Fismic richiama tutti al senso di responsabilità di operare al meglio e con orgoglio su produzioni innovative sapendo che il mondo intero ci sta guardando".

"In pochi mesi siamo passati dalla piena cassa integrazione alla piena capacità produttiva: è un fatto che non possiamo non salutare positivamente". Lo ha detto oggi il segretario lucano della Cisl, Nino Falotico, in riferimento all’accordo tra Fca e sindacati per lo stabilimento di Melfi (Potenza), precisando che "è però spiacevole constatare che alcune forze politiche e sindacali si attardano in posizioni strumentali e demagogiche che finora non hanno portato alcun vantaggio ai lavoratori".

"Sei mesi fa una prospettiva del genere per la Sata sarebbe stata pura fantascienza, oggi è una solida realtà di cui andare fieri. L’aspetto più importante – ha evidenziato il segretario della Cisl – sono le maggiorazioni salariali che alla fine del mese peseranno molto nelle buste paga dei lavoratori e che andranno in più consumi e quindi crescita economica e occupazione".

"L'accordo di Melfi rappresenta – secondo Falotico – per la nostra regione una straordinaria occasione per dimostrare che in Basilicata si può investire e creare lavoro perchè ci sono forze sindacali che hanno scelto con grande convinzione e lungimiranza la via della contrattazione. L’auspicio della Cisl è che anche la politica possa dimostrare la stessa affidabilità con azioni in grado di migliorare la competitività e l’attrattività del territorio lucano, partendo da un pacchetto di convenienze localizzative che abbatta i costi dell’energia – ha concluso – e delle altre 'utilities', e renda più celeri i processi decisionali e autorizzativi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione