Cerca

Card carburante ecco come districarsi

Un servizio, però, a giudicare dalla denuncia dei nostri lettori, che continua a creare problemi soprattutto quando le informazioni sul sito sono insufficienti e il cittadino è costretto a rivolgersi agli sportelli delle Poste o al numero verde. In pagina i quesiti più ricorrenti posti dai cittadini e le risposte del caso
Card carburante ecco come districarsi
POTENZA - Tutte le informazioni relative all’accredito del bonus si trovano sul sito del Mise che a sua volta rimanda alla pagina di Poste Italiane dedicata alla carta idrocarburi. «Al lettore di questa pagina - si legge nelle domande frequenti relative al bonus idrocarburi Unmig/Mise - si ricorda preliminarmente che la gestione della carta è effettuata da Poste Italiane». Che del resto, per gestire tale servizio incassa una bella somma, pari a circa 3,6 milioni di euro, come stabilito nella convenzione siglata tra il Mise e Poste Italiane.

Un servizio, però, a giudicare dalla denuncia dei nostri lettori, che continua a creare problemi soprattutto quando le informazioni sul sito sono insufficienti e il cittadino è costretto a rivolgersi agli sportelli delle Poste o al numero verde. In pagina i quesiti più ricorrenti posti dai cittadini e le risposte del caso.
I più preoccupati sono quelli che hanno chiesto il rilascio della carta del bonus idrocarburi nel 2014 e che non si sono ancora visti recapitare carta e pin. «Li riceveranno a breve e comunque in tempo per l’accredito del quarto e ultimo bonus idrocarburi». Ultimo perché la legge del 2014 lo ha soppresso prevedendo al’attivazione di nuovi benefici che saranno definiti da Mise e Mef d’intesa con il presidente della Regione Basilicata.

Tutte le informazioni per il mancato recapito della carta, cambi di residenza, smarrimenti della carta, Pin o eventuali segnalazioni attinenti la mancata funzionalità della carta, devono essere direttamente rivolte alla società Poste Italiane che risponde ai quesiti formulati dagli utenti tramite i propri Uffici Postali o il numero verde 800.003.322 (la carta per il Bonus Idrocarburi è assimilata alla carta Postepay). In caso di furto o smarrimento occorre chiamare il numero 800.902.122 dall'Italia o 0039.02.34980131 dall'estero e presentare denuncia all'autorità giudiziaria. Poi l’utente potrà recarsi in un qualunque Ufficio Postale per richiedere una nuova prenotazione carta in sostituzione di quella smarrita o rubata. Il Ministero non svolge un servizio telefonico su tali informazioni.
Attraverso la pagina web: http://unmig.mise.gov.it/unmig/bonus/2015/verifica.asp si può verificare la propria posizione e inoltrare una segnalazione. Il rischio è il rimpallo in cui è capitato il nostro lettore alle prese con numero verde e personale di Poste che non hanno saputo dare risposte. [l.ier.]

‘‘HO PERSO CARTA E PIN CHE FARE?" Poste Italiane fornisce il servizio di informazione agli utenti tramite gli Uffici Postali o il numero verde - La carta per il bonus Idrocarburi è assimilata alla carta Postepay).Chiamando il numero verde 800.003.322 occorre digitare le seguenti opzioni seguendo le indicazioni della guida vocale. Bloccare la Carta: 1 (Servizi Privati); 1 (Carte Postepay); 1 (Blocco Carta). Duplicato Pin della Carta: 1 (Servizi Privati); 1 (Carte Postepay); 3(Servizi di Rinnovo, Attivazione e Duplicato Pin); 3 (Duplicato Pin). Informazioni generali sulle caratteristiche del prodotto: 1 (Servizi Privati); 1 (Carte Postepay); 4 (Informazioni). Assistenza: 1 (Servizi Privati); 1 (Carte Postepay); 6 (Assistenza). Per quanto attiene l'informazione inerente la gestione della Carta ecco cosa fare in caso di mancato recapito: l’utente può rivolgersi all'Ufficio Postale che avvierà le operazioni di verifica.

‘‘NON RISIEDO PIÙ IN REGIONE" Il bonus va speso per intero o può essere anche frazionato - Il terzo bonus idrocarburi è stato accreditato a tutti i beneficiari che avevano residenza in Basilicata in data 31 dicembre 2012. Chi è risultato essere residente in Basilicata il 31 dicembre 2013 si vedrà accreditare il quarto. L’importo accreditato può essere speso in u n’unica soluzione o frazionato solo presso i distributori di carburante abilitati al circuito Mastercard. Il limite temporale è legato alla validità della carta.

‘‘MI HANNO RITIRATO LA PATENTE" Dal primo gennaio 2015 sono senza patente posso beneficiare del bonus idrocarburi? Un mio parente è deceduto cosa succede per la sua card? - Nel caso del ritiro di patente dall’1 gennaio 2015, si ricorda che il terzo bonus idrocarburi è stato accreditato a tutti i beneficiari lucani che avevano l’abilitazione alla guida alla data del 31 dicembre 2012. Chi è risultato essere in possesso di u n’abilitazione alla guida (patente, certificato di idoneità alla guida, ecc.) al 31 dicembre 2013, si vedrà accreditare il quarto bonus idrocarburi a seguito della richiesta della carta. Quanto al caso di persone decedute titolari di card, il Ministero ha chiesto a Poste Italiane di acquisire le informazioni che i familiari devono segnalare sul decesso dei parenti. L’eventuale importo risultante sulla carta della persona deceduta deve rientrare nella disponibilità del Fondo e non verranno più accreditati ulteriori bonus idrocarburi.

‘‘NON HO IL BONUS DA OLTRE 1 ANNO" Cosa bisogna fare nel caso di mancato accredito dei fondi sulla card idrocarburi - L’erogazione dei contributi per il Bonus Idrocarburi fu temporaneamente sospesa per definire nuove regole per la ripartizione del Fondo per le quali il beneficio è destinato alle regioni dove si svolge l’attività di estrazione di petrolio e gas. Dopo l’emanazione del decreto interministeriale 7 agosto 2014 è ripreso l’accreditamento del bonus sulle card in possesso dei residenti lucani. In caso di mancata ricarica, effettuare una segnalazione sull’apposita pagina web: http://unmig.mise. gov.it/unmig/bonus/2015. Non si possono inoltrare segnalazioni sull’accreditamento del secondo bonus (140,25 euro), il termine è scaduto il 30 settembre 2013.

‘‘IN CHE TEMPI VA ATTIVATA LA CARD" L’attivazione è necessaria per spendere il bonus accreditato e va fatta solo all’Ufficio Postale - Per l’attivazione della carta non vi è un riferimento temporale per cui può essere effettuata in qualsiasi momento. La carta non può essere attivata on line ma esclusivamente recandosi personalmente alle Poste. L'avvenuta attivazione della card si può verificare, come per qualsiasi carta di credito gestita da Poste Italiane, sui terminali Postamat inserendo il Pin e sul sito di Poste Italiane, seguendo le procedure di registrazione on line.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400