Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 04:55

Carnevale a Satriano tra folletti e uomini alberi

SATRIANO DI LUCANIA (POTENZA)- Satriano di Lucania si avvicina al «suo» Carnevale. Ieri primo appuntamento dell’evento tradizionale in piazza Abbamonte con l’incon - tro tra il gruppo dei Rumit e quello dei folletti. Dopo una colazione rustica c’è stata un’escursione per la raccolta dell'edera nei boschi del paese. (foto di Antonio e Roberto Tartaglione)
Carnevale a Satriano tra folletti e uomini alberi
Satriano di Lucania si avvicina al «suo» Carnevale. Ieri primo appuntamento dell’evento tradizionale in piazza Abbamonte con l’incontro tra il gruppo dei Rumit e quello dei folletti. Dopo una colazione rustica c’è stata un’escursione per la raccolta dell'edera nei boschi del paese. A pranzo il momento di condivisione con ciascuna famiglia che ha portato una pietanza sulla tavola comune. Nel primo pomeriggio i laboratori di costruzione del Rumit, fatti di foglie di edera, e dei folletti, con materiale di riciclo e riuso.

Il 14 febbraio è prevista l'organizzazione della seconda edizione della «Foresta che cammina» costituita da 131 Rumit. Il Rumit è l'uomo albero, rito arboreo e maschera tipica, di Satriano. «Il carnevale non è mai uguale all'anno precedente – ha detto Rocco Perrone del magazine «Al Parco» – per questo abbiamo pensato di far animare la foresta che cammina lasciando libero spazio alla creatività e all'improvvisazione».
Chiunque può prenotare il proprio Rumit e il 14 febbraio diventare uno dei 131 uomini/donna albero ma può anche decidere di vestirsi da abitante del bosco per animare la sfilata.
Per essere parte attiva del gruppo dei folletti è necessario contattare da Potenza: Angela 3474997775, da Matera: Mariateresa 3476851507, da Satriano: Lella 3291129057.
Per proporre una nuova idea è necessario comunicare il tema e creare il gruppo. Il capogruppo si fa portavoce e condivide l'idea con l'organizzazione inviando una mail a carnevaledisatriano@ gmail.com - 3295320026.

Al Carnevale di Satriano si diventa protagonisti della tradizione che si rinnova. Infatti l'organizzazione permette ai fruitori dell'evento di indossare anche le altre maschere tipiche: domenica 15 febbraio si può diventare Orsi, Quaresime oppure partecipare alla Zita, la messa in scena del matrimonio con lo scambio dei ruoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione