Cerca

Melfi, padri e figli fuori dalla Fiat come a scuola

MELFI (POTENZA) – Giuseppe, vent'anni, perito elettronico è partito stamani all’alba da Foggia per essere puntuale al primo giorno di lavoro alla Fiat-Fca di Melfi: lo ha accompagnato fino ai cancelli il padre: "trent'anni fa è toccato a noi – dice il padre ai cronisti – ora il viaggio della speranza lo fanno i nostri figli". In molti tra i giovani lavoratori interinali assunti nella fabbrica Lucana sono arrivati a Melfi insieme ai genitori
Lavoro grazie alla Fiat i foggiani corrono a Melfi
Melfi, padri e figli fuori dalla Fiat come a scuola
MELFI (POTENZA) – Giuseppe, vent'anni, perito elettronico è partito stamani all’alba da Foggia per essere puntuale al primo giorno di lavoro alla Fiat-Fca di Melfi: lo ha accompagnato fino ai cancelli il padre: "trent'anni fa è toccato a noi – dice il padre ai cronisti – ora il viaggio della speranza lo fanno i nostri figli". In molti tra i giovani lavoratori interinali assunti nella fabbrica Lucana sono arrivati a Melfi insieme ai genitori, invece Massimiliano, vent'anni, ha utilizzato l’autobus: "sono partito intorno alle 4 – spiega davanti all’ingresso C – ma ne vale la pena. Ho studiato tanto e adesso questo lavoro alla Fiat mi dà speranza". Intanto alle ore 8 in punto, i nuovi lavoratori hanno varcato i tornelli dello stabilimento Melfitano e si apprestano a vivere il primo giorno di formazione nel rinnovato impianto dove oltre alla Punto si producono i due nuovi modelli, la Jeep Renegade e la 500X.
"Sono un po' emozionato – racconta Matteo, 26 anni, di Cerignola (Foggia) – il percorso di selezione è stato difficile, adesso la speranza è che questo lavoro duri".

AL LAVORO 300 INTERINALI - Si sono aperti alle ore 8 i cancelli dello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat-Fca per trecento nuovi lavoratori assunti con contratto interinale in seguito all’aumento di produzione dei due nuovi mini-suv, la Jeep Renegade e la 500X.
Davanti all’ingresso C della fabbrica Lucana sono arrivati i primi lavoratori, alcuni dei quali molto giovani (hanno fra i 19 e i 29 anni) e accompagnati dai genitori, un po' come se fosse il primo giorno di scuola. Nella prima settimana di lavoro, i trecento nuovi assunti seguiranno un corso di formazione e poi dalla prossima passeranno direttamente sulla linea di produzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400