Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:26

Dipendenti lucani delle province in presidio davanti a consiglio regionale

POTENZA – Per "sollecitare, ancora una volta, il presidente della Regione a convocare il tavolo regionale sulle Province", i dipendenti delle Province di Potenza e di Matera presidieranno, a partire dal 30 dicembre, la sede della Regione Basilicata. Il presidio, "ad oltranza", è stato promosso da Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl "in concomitanza" con i lavori del consiglio regionale, "non escludendo ulteriori azioni di mobilitazione e di lotta"
Protesta la polizia per tagli e chiusure
A Potenza un presidio dei lavoratori Istituto "La Ronda"
Dipendenti lucani delle province in presidio davanti a consiglio regionale
POTENZA – Per "sollecitare, ancora una volta, il presidente della Regione a convocare il tavolo regionale sulle Province", i dipendenti delle Province di Potenza e di Matera presidieranno, a partire dal 30 dicembre, la sede della Regione Basilicata. Il presidio, "ad oltranza", è stato promosso da Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl "in concomitanza" con i lavori del consiglio regionale, "non escludendo ulteriori azioni di mobilitazione e di lotta".
Oltre al "tavolo regionale sulle Province", i sindacati hanno chiesto al presidente della Regione, Marcello Pittella, di "mantenere gli impegni assunti per la salvaguardia dei servizi, delle funzioni e dei livelli occupazionali".

Secondo le tre organizzazioni, "continua a prospettarsi per le Province una situazione di caos istituzionale generato dalle evidenti storture e contraddizioni che si sono create tra la legge Delrio e le norme inserite nella legge di stabilità", con la prospettiva del dissesto e la "conseguente incapacità di poter continuare a garantire i servizi e tutte le funzioni fino ad oggi attestate a questo enti, con un danno incommensurabile per i cittadini".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione