Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:45

La Basilicata approva una proposta di legge sulla violenza di genere

POTENZA – Il Consiglio regionale ha approvato oggi all’unanimità una proposta di legge dei componenti dell’Ufficio di presidenza (Piero Lacorazza, Paolo Galante, Francesco Mollica, Mario Polese e Paolo Castelluccio), che modifica le leggi regionali "Istituzione di un fondo di solidarietà a favore di donne e minori vittime di reati di violenza sessuale" e "Istituzione Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori"
Denuncia su Fb: «Il mio uomo mi ha picchiata. Donne denunciateli»
La Basilicata approva una proposta di legge sulla violenza di genere
POTENZA – Il Consiglio regionale ha approvato oggi all’unanimità una proposta di legge dei componenti dell’Ufficio di presidenza (Piero Lacorazza, Paolo Galante, Francesco Mollica, Mario Polese e Paolo Castelluccio), che modifica le leggi regionali "Istituzione di un fondo di solidarietà a favore di donne e minori vittime di reati di violenza sessuale" e "Istituzione Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori": le norme "affrontano in maniera organica il tema della prevenzione e del contrasto della violenza di genere e sui minori, aggiornando i dettati regionali alle nuove normative nazionali che disciplinano il patrocinio a carico dello Stato".

L'assemblea – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa del Consiglio regionale – ha inoltre approvato a maggioranza una proposta di modifica della legge regionale sulla "Disciplina delle strutture di assistenza agli organi di direzione politica ed ai Gruppi consiliari della Regione Basilicata", e all’unanimità un disegno di legge della giunta sul "Rendiconto per l’esercizio finanziario 2013 del Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri del Materano". Il Consiglio ha quindi approvato a maggioranza l’assestamento al bilancio di previsione 2014 dell’Ater di Matera e (all’unanimità) una mozione proposta da Franco Mollica (Udc) e Aurelio Pace (gruppo misto) –  che impegna la giunta regionale "ad attivarsi per promuovere percorsi per il riconoscimento della sindrome della Fibromialgia da parte del Servizio sanitario nazionale, con conseguente inserimento nei Lea, nonchè di definizione di modelli terapeutici omogenei da applicare in modo appropriato ed omogeneo sul territorio nazionale" – e una proposta da Roberto Cifarelli, Achille Spada e Vito Giuzio (Pd), Nicola Benedetto (Cd) e Luigi Bradascio (Pp), che sostiene le iniziative del leader radicale Marco Pannella sui diritti dei detenuti e sulle carceri.

Il presidente del Consiglio regionale, Piero Lacorazza, ha evidenziato che l’approvazione della proposta di legge che modifica le leggi regionali n.9/99 (Istituzione di un fondo di solidarietà a favore di donne e minori vittime di reati di violenza sessuale) e n.26/2007 (Istituzione Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori) "è un fatto importante, che permette di aggiornare e di rendere più efficaci gli strumenti di contrasto al fenomeno della violenza di genere e sui minori".

"A pochi giorni dalla consegna dei premi intitolati ad Ester Scardaccione, una donna straordinaria che dedicato la sua vita alla lotta contro la violenza e per l’affermazione dei diritti delle donne – ha aggiunto Lacorazza -, raccogliamo concretamente il suo messaggio e le sollecitazioni delle associazioni quotidianamente impegnate nel sociale, trasformandole in legge. Ringrazio il presidente della quarta Commissione Bradascio e tutti i consiglieri che hanno contribuito ad un rapido e approfondito esame delle questioni poste. L’obiettivo è quello di migliorare gli strumenti di contrasto alla violenza di genere e sui minori, che è un fenomeno molto grave nella nostra società. Mi auguro che – ha concluso – con il contributo della Commissione per le pari opportunità, dell’Osservatorio e del mondo associativo impegnato su questi temi, sia possibile partire dalle modifiche approvate oggi alle due leggi regionali per costruire una normativa organica sulla parità e contro la violenza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione