Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 08:23

Allarme: oltre 30mila famiglia povere in Basilicata

POTENZA – In Basilicata vi sono oggi "trentamila famiglie che vivono sotto la soglia di povertà assoluta e migliaia di giovani e di donne che, anche se altamente scolarizzati, non hanno un lavoro". Lo hanno detto Cgil, Cisl e Uil, in una nota congiunta, chiedendo alla Regione "l'attuazione del piano del lavoro e della coesione sociale e di aprire subito un tavolo permanente contro la crisi"
Allarme: oltre 30mila famiglia povere in Basilicata
POTENZA – In Basilicata vi sono oggi "trentamila famiglie che vivono sotto la soglia di povertà assoluta e migliaia di giovani e di donne che, anche se altamente scolarizzati, non hanno un lavoro". Lo hanno detto Cgil, Cisl e Uil, in una nota congiunta, chiedendo alla Regione "l'attuazione del piano del lavoro e della coesione sociale e di aprire subito un tavolo permanente contro la crisi".
Le tre organizzazioni sindacali hanno chiesto "politiche, strumenti, risorse per mettere in campo una strategia composita ed articolata che dia una risposta concreta e fattibile ai bisogni di queste persone, partendo dai giovani, dalle donne, dai soggetti più svantaggiati. Si chiedono politiche che tendano a salvaguardare le famiglie lucane e, con esse, il tessuto sociale ed economico dell’intera Basilicata". Altre richieste riguardano il reddito di inserimento, incentivi alla formazione, aiuti alle cooperative sociali e miste e misure per la sicurezza e la valorizzazione del territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione