Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:23

Scout dispersi e ritrovati sul Pollino

COSENZA – Se la sono cavata solo con un po' di paura ed i disagi provocati dalla pioggia e dal freddo, i quattro scout del gruppo di Sorrento dispersi dalla serata di ieri sulle pendici del Pollino, tra Calabria e Basilicata, e ritrovati in buone condizioni di salute tra la notte scorsa e stamani. Gli scout, una coppia di maggiorenni di 23 e 36 anni e due minori di 16 e 17 anni, facevano parte di un gruppo di nove persone
Scout dispersi e ritrovati sul Pollino
COSENZA – Se la sono cavata solo con un po' di paura ed i disagi provocati dalla pioggia e dal freddo, i quattro scout del gruppo di Sorrento dispersi dalla serata di ieri sulle pendici del Pollino, tra Calabria e Basilicata, e ritrovati in buone condizioni di salute tra la notte scorsa e stamani.

Gli scout, una coppia di maggiorenni di 23 e 36 anni e due minori di 16 e 17 anni, facenti parte di un gruppo di nove persone tutte provenienti dalla Campania, nel pomeriggio di ieri avevano deciso di effettuare, a coppie, un’escursione in quota dal rifugio De Gasperi alla capanna di Gaudolino, a ridosso dei versanti calabrese e lucano del massiccio. Le condizioni del tempo, però, sono repentinamente peggiorate, e con la pioggia intensa è scesa anche la nebbia, che ha reso impossibile l'orientamento.

L'allarme è scattato quando una delle due coppie, giunta su Serra del Prete a 2.115 metri, ha chiesto aiuto avendo perso il sentiero. A quel punto gli operatori del Soccorso alpino di Calabria e Basilicata si sono mossi e intorno alle 23 hanno raggiunto i due, un uomo ed una donna, quest’ultima molto affaticata e stanca, oltre che infreddolita. Ci sono volute due ore perchè i soccorritori riuscissero a condurli a valle. La donna è stata anche visitata da un medico che l’ha trovata, comunque, in buone condizioni, così come il suo compagno.

All’appello, però, mancavano due ragazzi di 16 e 17 anni anche loro impegnati nell’escursione. Le ricerche, così, si sono concentrate su di loro e si sono protratte per tutta la notte. In mattinata c'è stato un breve contatto telefonico che, pur tra grandi difficoltà, ha consentito ai soccorritori che erano a bordo di un elicottero della Protezione civile della Regione Calabria, di localizzarli e raggiungerli intorno a mezzogiorno.

I due minori hanno corso qualche rischio in più rispetto ai loro colleghi maggiorenni a causa della mancata conoscenza dei luoghi e dell’utilizzo di mappe non fedeli. I soccorritori li hanno trovati in una zona particolarmente scoscesa e vicino a pericolosi dirupi. Anche i due ragazzi, portati a bordo del velivolo al campo base, sono apparsi in discrete condizioni di salute, pur se molto stanchi.

Alle ricerche hanno partecipato agenti del Corpo forestale dello Stato, vigili del fuoco e carabinieri. "Quello che raccomandiamo a quanti decidono di compiere escursioni sul Pollino – dice Luca Franzese, presidente del Soccorso Alpino e speleologico della Calabria – è di fare bene prima i conti con le proprie capacità e di seguire attentamente le condizioni meteo prima di mettersi in cammino".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione