Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:19

Arriva a Potenza l’ufficio «condiviso»

di IVANA INFANTINO
POTENZA - Sei un libero professionista e non hai un ufficio? Locazioni troppo esose e costi di gestione elevati? Con Cobiz, il primo social delle aziende italiane, da domani puoi scegliere, anche a Potenza, fra la locazione di sale riunioni e meeting, uffici giornalieri e condivisi.
Arriva a Potenza l’ufficio «condiviso»
di IVANA INFANTINO

POTENZA - Sei un libero professionista e non hai un ufficio? Locazioni troppo esose e costi di gestione elevati? Con Cobiz, il primo social delle aziende italiane, da domani puoi scegliere, anche a Potenza, fra la locazione di sale riunioni e meeting, uffici giornalieri e condivisi. Ma vediamo come funziona. La nuova modalità lavorativa si chiama coworking e consente a professionisti e aziende di condividere postazioni di lavoro dotate di tutti i servizi per lo sviluppo del business. L’iniziativa è rivolta non solo a professionisti alle rese con la difficile fase dell’avvio dell’attività lavorativa, ma anche a tutte quelle aziende che non sempre dispongono di spazi adeguati per riunioni e meeting. È infatti possibile utilizzate reception, sale d’attesa , aree self service come il copy center, il fax center e le aree wireless, oltre all’area break.

A disposizione dei professionisti ci sono a Potenza, nel centro direzionale di piazza Alcide de Gasperi (nuovo complesso di via Cavour), di uffici giornalieri da utilizzare anche solo per qualche ora, per incontrare clienti o per sviluppare idee e progetti. Uffici diversi, adatti ad ogni esigenze da scegliere fra le diverse soluzioni proposte da Cobiz, come anche sale riunioni per incontri d’affari, presentazioni, meeting e conferenze, dotati di servizi di segreteria, proiettori lavagne, rinfresco compreso.

Nato a San Francisco, dove nel 2005 è stato aperto il primo spazio cowo, questa nuova modalità di «abitare» il lavoro va diffondendosi sempre più anche in Italia. Anche nel nostro Paese è, infatti, in costante aumento il numero dei lavoratori autonomi che scelgono il coworking, come dimostrano i numeri dell’indagine realizzata da MyCowo. Dalla rilevazione vien fuori che al Nord ce ne sono 190, 55 al centro e 40 al Sud. Fra le città con il maggior numero di Cowo è Milano (59) seguita da Roma (23) e Torino (16). Fra le regioni a detenere il primato è la Lombardia, subito dopo c’è il Veneto, l’Emilia Romagna, il Lazio, la Toscana e il Piemonte. Il costo medio per postazione è di 25 euro giornalieri, per un totale di 263 mensili.
Nella maggior parte dei casi ad usufruire di uffici giornalieri e spazi condivisi sono lavoratori indipendenti (79%), che fa parte di un network di spazi (10%), di un’associazione (6%), o chi fa parte di un franchising (5%). Nello specifico si tratta di freelance (53%), imprenditori, dipendenti di piccole e grandi società, startuppers (39%), altre figure (8%). Donne (32%) e uomini (68%) che scelgono la condivisione degli spazi anche per lunghi periodi, con 84% di loro che rimane nello stesso cowo anche per più anni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione