Cerca

Feste, sagre e storia è il Ferragosto in Puglia e Basilicata Basilicata coast to coast Aria fresca col maestrale

BARI - Ferragosto, paese mio ti riconosco. In Puglia e Basilicata non è soltanto il giorno del mare e dei picnic. E' sempre più il momento per visitare i musei, partecipare a sagre e rievocazioni. Insomma, relax e divertimento, gusto e un tuffo nella storia. Per le vie del centro di Lecce, per esempio, sarà possibile visitare il bellissimo Duomo, la basilica di Santa Croce, le chiese di Sant'Irene, Santa Chiara e San Matteo, tutte aperte fino alle 13 e dalle 15 alle 20. La cultura non va in ferie nemmeno tra Bari e Bat. Torna a Martina il festival rock con un ricco programma di musicisti e band di fama internazionale
Feste, sagre e storia è il Ferragosto in Puglia e Basilicata Basilicata coast to coast Aria fresca col maestrale
BARI - Ferragosto, paese mio ti riconosco. In Puglia e Basilicata non è soltanto il giorno del mare e dei picnic. E' sempre più il momento per visitare i musei, partecipare a sagre e rievocazioni. Insomma, relax e divertimento, gusto e un tuffo nella storia.

BARI E BAT

La cultura non va in ferie. Anche quest’anno oggi, giorno di Ferragosto, il ministero per i Beni e le Attività culturali darà ai visitatori l’opportunità di visitare il suo ricco patrimonio di musei, gallerie, monumenti e palazzi. Tutti coloro che hanno voglia di non trascorrere il ferragosto sotto l’ombrellone, ma di dedicarsi alla scoperta delle bellezze della nostra Regione potranno ammirare i più bei monumenti pugliesi.

«Lo sforzo per garantire le aperture del 15 agosto è significativo e importante, soprattutto in relazione all’attuale situazione di oggettiva difficoltà di alcuni musei per carenza di personale e risorse - spiega il direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Anna Maria Buzzi - ciò nonostante sarà assicurato il massimo impegno affinché anche nel mese in cui è maggiore la presenza di turisti italiani e stranieri, si possa proseguire nel nostro compito di valorizzare i musei e le aree archeologiche, promuovendo una quanto più ampia e completa fruizione». La festa, che quest’anno cade di venerdì, in qualche modo raddoppia e si collega all’iniziativa dell’apertura serale dei luoghi di cultura più importanti promossa e finanziata dall’Agenzia Regionale del Turismo PugliaPromozione in collaborazione con il MiBACT .

Orari mattutini per il Museo Nazionale Archeologico di Altamura che si potrà visitare dalle 7:45 alle 13:45. Il castello di Trani sarà aperto al pubblico dalle ore 8:30 alle 19:30 e verranno effettuate visite guidate gratuite alle ore 10, 12, 16:45 e 18:15. A Barletta in occasione del ferragosto, il Castello-Museo Civico e la Pinacoteca «Giuseppe De Nittis» (Palazzo Della Marra) resteranno aperti dalle ore 10 alle 20. La Cantina della Sfida resterà invece aperta dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20. L’obiettivo del Comune è infatti quello di favorire la valorizzazione del patrimonio cittadino di rilevante richiamo turistico.

Anche Andria darà la possibilità di scoprire le bellezze del suo castello, sarà possibile visitare il Castel del Monte dalle 10:15 fino alle 19:45, mentre il castello di Trani sarà aperto al pubblico dalle ore 8:30 alle ore 19:30 e verranno effettuate visite guidate gratuite alle ore 10, 12, 16:45 e 18:15. Anche gli amanti dell’archeologia potranno visitare dalle 8:30 alle 19:30 il museo archeologico di Egnazia a Fasano, mentre l’area archeologica sarà aperta fino alle 19:15.

Aperture straordinarie serali anche a Bari: oggi venerdì 15 dalle 20 alle 22 e sabato 16 agosto si potrà visitare il castello Svevo di Bari. Sabato con ingresso gratuito dalle ore 20 alle ore 23: sarà sempre possibile ammirare una serie di mostre, tra le quali quella fotografica di Duro Janecovic. Si tratta di un grande evento che coinvolge la Puglia ed il Circuito dei Castelli per promuovere, valorizzare e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale al più ampio numero dei cittadini, facilitando anche quelle categorie di persone che hanno difficoltà a fruire del nostro patrimonio nel normale orario di visita. (chiara curci)

FOGGIA

C’è poco da fare, la regina dell’estate soprattutto per i (più) giovani è e resta Vieste, che non viene meno alla sua fama nemmeno il 15 agosto, con ben due proposte adatte a chi, oltre al sole e al mare, voglia dall’estate sul Gargano qualcosa di più. Ancora oggi e domani appuntamento con Vieste Promiseland, un beach party sulla spiaggia di Pizzomunno con, dalle 16, spettacoli a ingresso libero a base di schiuma party, Dj contest, voli sull’acqua conFlyboard & Hoverboard, concorsi di bellezza, zumba & fitness e serata con i più noti dj del panorama nazionale. Oggi è programma Ferragosto M20 con Dr Feelex e domani in consolle ci sarà Provenzano, sempre da radio M20. E sempre Vieste offre un appuntamento a chi ama un altro tipo di musica, il reggae. All’Ultima spiaggia è infatti in corso la rassegna «Born fi burn», che oggi ha in menù il Fireagost, la Dancehall più grande di tutto il Gargano che quest’anno giunge alla decima edizione. Per festeggiare l’anniversario degnamente si esibiranno 3 dei migliori Sound System presenti in Italia: Heavy Hammer sound system (con Gecky), rappresentanti italiani in tutte le maggiori manifestazioni mondiali dedicate alla sound system culture, I Shence Sound (The Italian Beretta) e Pushman Sound (The Italian One Man Army), pluri vincitori di clash nazionali e internazionali. A Mattinata questa sera la scena è della musica che viene dal mare, con l’Associazione bandistica Mattinata, mentre domani arriva la Rimbamband.

Vediamo un po’ cosa propongono i decisamente più tranquilli monti dauni oggi e domani. Tanto tranquilla la serata non è ad Accadia, che ospita già da alcuni giorni Zingarìa, il festival di danze e musiche popolari. Oggi alle 22 i concerti e le danze aspettano tutti in piazza Municipio: se ci si trova da quelle parti non si può non andare, anche perché sono tornati i ballerini e i musicisti irlandesi. E se proprio non si fa in tempo oggi, anche domani, ultimo giorno del festival, in piazza Matteotti.

A Pietramontecorvino in piazza Martiri del Terrorismo oggi alle 22 è in programma il concerto dei Soul B. band e Mafalda J. Moore, mentre domani, stesso luogo stessa ora, è previsto il concerto della band folk Terra Mia. Risate a tutto spiano invece a Candela, che oggi accoglie il celebre comico barese Uccio De Santis del Mudù con il nuovo spettacolo «È una vita che faccio questa vita» (piazza Plebiscito alla 21.30) e che da domani celebra san Rocco. Il 18 agosto i festeggiamenti si concludono con il concerto di Raf. A Volturino oggi concerto in piazza Umberto I con gli Arcadia, mentre Troia va proprio sul classico con un concerto in cattedrale, alle 20.30, del pianista Antonio Di Dedda. (ste. lab.)

LECCE

Lecce non va in vacanza. Anche a Ferragosto musei e chiese aperte e molto altro per tutti quelli che decidono di restare in città, sfidando il solleone.

Una giornata alternativa al tradizionale relax in riva al mare, ma che sicuramente potrà regalare momenti di tranquillità tra una passeggiata nei vicoli barocchi, un caffé in ghiaccio ai tavolini dei bar ed un’occhiata a chiese e musei che oggi resteranni aperti. 

Per le vie del centro storico sarà possibile visitare il bellissimo Duomo, la basilica di Santa Croce, le chiese di Sant'Irene, Santa Chiara e San Matteo, tutte aperte dalle 9 alle 13 e dalle 15alle 20. Non solo, anche la libreria Feltrinelli, in via Templari, resterà aperta nel pomeriggio, dalle 17 e 30 fino a mezzanotte, con il suo servizio di caffetteria, così come la libreria Liberrima, insieme all’annesso ristorante «All'Ombra del Barocco» in Corte dei Cicala (orario continuato dalle 10 a mezzanotte e mezzo). 

Sono molti i bar e le pasticcerie che offrono a quei turisti che hanno preferito la città al mare, la possibilità di fare una pausa durante il giorno e i ristoranti e i locali, aperti la sera, specialmente nel centro storico, nelle vie della movida. 

I musei visitabili sono: il museo provinciale «S. Castromediano», che prevede orario continuato e ingresso gratuito dalle ore 8 e 30 alle 19 e 30; il Must (Museo storico della città di Lecce) aperto dalle 15 e 30 alle 20 ( sabato dalle 15 e 30 alle 23 e domenica dalle 15 e 30 alle 20); il museo archeologico «Faggiano» dalle 9 e 30 alle 13 e dalle 16 alle 20. Sarà invece possibile visitare il museo del teatro romano solo domani mattina dalle 9 e 30 alle 13 e 30, mentre oggi e domenica resterà chiuso.

E' poi prevista l'apertura gratuita del Castello Carlo V in occasione degli «Open days», organizzati da Puglia Promozione. L'opportunità è offerta domani dalle 20 alle 23, mentre dalle 9 e 30 alle 23 di oggi è possibile entrare nel castello e visitarne le sale, alcune delle quali ospitano delle interessanti mostre. Fra queste, quella dedicata al noto scrittore e regista Pierpaolo Pasolini; la mostra «Tarantolesco» dell'artista Salvatore Tafuro, inserita nella programmazione per la candidatura di Lecce Capitale europea della cultura; la mostra permanente del «Museo della cartapesta» e quella sulle opere del pittore leccese Ercole Pignatelli. In più, si possono prenotare delle visite guidate a pagamento alle 11, alle 17 e alle 19 presso l'infopoint del Castello dalle 9 alle 23, del Sedile dalle 9 e 30 alle 21 e 30 o presso quello di via del Corso dalle 9 e 30 alle 13 e dalle 15 e 30 alle 19 e 30. Le visite guidate tematiche sono «Lecce barocca», «Lecce romana» e, su richiesta, si può anche accedere alle gallerie sotterranee del castello. 

SALENTO

Concerti ed iniziative culturali per un weekend di Ferragosto da trascorrere nelle piazze del Salento. Il viaggio in musica parte oggi da Leverano, dove in occasione della festa patronale in onore di San Rocco nel cartellone delle iniziative di spettacolo figurano i live di Giada Agasucci, una delle protagoniste della Squadra Blu nell’ultima edizione di Amici, della cantautrice salentina LaNik e del duo hip-hop composto da Salvatore Ribaudo e Cesare Orlando. Appuntamento in piazza Fontana a partire dalle 21.30.

Oggi a San Foca, dodici ore di musica per dire “no” al gasdotto Tap. Saranno tanti gli artisti che si esibiranno, a partire dalle 16 e fino a tarda sera, sul lungomare della marina. Una grande manifestazione musicale, sotto la regia dell’amministrazione comunale di Melendugno per mantenere i fari accesi sulla questione del gasdotto transnazionale (ne riferiamo in cronaca). Tanti gli artisti che si esibiranno sul palco e che hanno deciso di partecipare all’evento, gratuitamente, per unirsi al fronte del “no”. Fra questi, Treble Lu Professore (al secolo Antonio Petrachi, uno dei fondatori dei Sud Sound System) che ha dedicato alla battaglia contro il gasdotto il suo nuovo singolo, “No Tap” e Crifiu. Diversi anche gli artisti non locali che si esibiranno durante la giornata di oggi. Una maratona lunga 12 ore per dire “no” a suon di musica.

Turno pieno di note in piazza anche domani. Ad Alezio, la festa patronale della Madonna della Lizza, registra il ritorno dalle nostri parti del duo napoletano degli Audio 2, coppia composta da Giovanni Donzelli e Vincenzo Leomporro la cui originale creatività artistica ha coinvolto molti progetti musicali di big della canzone italiana, una su tutti Mina. In zona Porto a Marina di Andrano (dalle 21.30), il gruppo Papaveri Rossi formato da Walter Santoro, Marco Piazzolla, Antonio Filograna, Claudio De Masi e Giuseppe Pisanò pesca nel repertorio infinito di Faber per un “Tributo a Fabrizio De Andrè” tutto da seguire. In piazza Delle Rose a Mancaversa di Taviano si balla invece in salsa latina con “quelli della macarena” Roberto Boribello e Paolo Franchetto, ovvero i Los Locos. Ma nella frazione marina della Città dei fiori, i riflettori domani saranno anche per La Nik, artista leccese che apre la serata, reduce dal successo del suo nuovo singolo estivo “Una Stella su di Noi”. Doppio è l’appuntamento a Copertino, nell’ambito della rassegna “C’è – Copertino Estate 2014” organizzata dall’assessorato comunale alle politiche culturali. Domani, negli spazi del castello angioino (ore 21) la showgirl originaria del Suriname Vanessa Jay Mulder accende la sua “Uma noite e meia” (Una notte e mezza) al ritmo di sfumature jazz, funky, soul e hip-hop; in piazza del Popolo (ore 21.30) il tenore leccese Dionigio d’Ostuni interpreta le più belle arie della musica lirica italiana. 

Notte elettrica è infine quella programmata al Fico d’India di Torre Uluzzo, sulla costa adriatica (start alle 23). In un evento Targato Recycle Records, si scatena il garage house di Max Rosardo, dj producer da venti anni è tra i protagonisti della scena underground italiana.

TARANTO

Torna a Ferragosto a Martina il festival rock che in quattro edizioni ha saputo radunare migliaia di spettatori, con un ricco programma di musicisti e band di fama internazionale. “Tre giorni all'insegna della musica di qualità”, dice Franco Zito che aveva ideato per l’intrattenimento serale dei gitanti ferragostani un appuntamento di musica dal vivo, invitando le cover band capaci di trasmettere successi intramontabili dei gruppi più famosi che in mezzo secolo hanno trasformato la musica. “Live Music Fest –aggiunge- è un festival che è cresciuto in modo esponenziale negli anni, aprendosi a nuove sperimentazioni e divenendo l’evento dell’estate, organizzato dall’associazione “Extravaganza”, con il patrocinio del Comune. La sua formula innovativa, unito alla presenza delle più importanti tribute band internazionali, hanno reso l’appuntamento imperdibile e prestigioso, grazie al suo cartellone artistico e ora che siamo tornati a Ferragosto speriamo di trasformare Martina e farla diventare la capitale della musica pop internazionale”. Del resto, Zito appare uno che ha le idee chiare, rispetto ai giovani assessori che guardano all’effimero e all’eventismo fine a sé stesso. “Le band che si esibiranno –spiega- proporranno i successi di Beatles, Negrita e Negramaro più due straordinari concerti per la serata finale con ospiti direttamente gli Uduchà e Tonino Carotone”.

Domenica il clou con gli Uduchà che miscelano musica brasiliana e reggae jamaicano, con una grande varietà di percussioni, alcuni realizzati anche con materiale di riciclo, ma soprattutto con quel Tonino Carotone, esploso nel 1999 con “Me cago en el amor” e che ha già girato con successo una buona metà di quello che definiva “…è un mondo difficile”.

Piazza Crispi e l’attigua Piazza Vittorio Veneto, finora sede del concorso “Sotto le Stelle” e la fiera di prodotti delle imprese locali, stavolta torna per intero ai giovani per il Live Music Fest, finora apprezzato per la qualità artistica dei gruppi ospitati. Saranno sicuramente molti di più di quelli all’Arena Carmine per la notte Angioina. Da oggi a domenica, a partire dalle 21, gli spettacoli sono liberi e gratuiti. E in fondo alla piazza anche birra e panini ai gazebo. (p.d’arc.)

L’Amministrazione comunaledi Grottaglie ha previsto l’apertura del Castello Episcopio per la giornata odierna dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00, per permettere ai tanti visitatori che raggiungeranno la cittadina di ammirare il Museo e la ventunesima edizione della Mostra della Ceramica Mediterranea allestita nelle sale superiori del Castello e nel suggestivo giardino “Giacomo D’Atri”, favorendo così la valorizzazione del patrimonio cittadino di rilevante richiamo turistico. Una valida alternativa per tutti coloro che hanno deciso di trascorrere nel nostro territorio il weekend più lungo dell’estate. 

La Mostra dal titolo “Forme antiche nuove idee”, organizzata dal Comune di Grottaglie con il patrocinio dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, ha ottenuto la Medaglia come prestigioso riconoscimento del Presidente della Repubblica. 

L’ufficio IAT di informazione e accoglienza turistica di Grottaglie, sito nel Castello Episcopio, sarà regolarmente aperto nei seguenti orari: dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.

Alle spalle dell’antico maniero medievale, nel vicino Quartiere delle Ceramiche, si potranno visitare le botteghe dei ceramisti che coltivano da secoli, il loro paziente e nobile artigianato figulo.

Ma gli appuntamenti non si esauriscono nel solo giorno di Ferragosto, nella serata di domani, sabato 16 agosto, in occasione del progetto “Puglia Open Days”, iniziativa a carattere regionale organizzata da PugliaPromozione e che vede l’apertura straordinaria di monumenti e siti archeologici oltre il consueto orario di apertura e la possibilità di effettuare visite guidate gratuite, sono previste per le ore 20.30 e 22.00 visite guidate, a cura degli operatori di Sistema Museo, nel Museo della Ceramica ed all’interno della XXI Mostra della Ceramica.

Nel corso della stessa serata si svolgerà, all’interno del Giardino Mediterraneo del Castello, nell’ambito della Rassegna teatrale Il Teatro dei “pumi” la rappresentazione teatrale in vernacolo “Natale in casa Scarogna” a cura dell’Associazione Musicale “Stare Insieme”.

BRINDISI

Ferragosto con Peppe Barra. Due appuntamenti nel Brindisino con uno dei personaggi più apprezzati della musica e del teatro italiano.

Il primo appuntamento è con il «concertone» del Montalbano Folk Fest. 

Questa sera, alle ore 21 presso il campo sportivo comunale di Montalbano, appuntamento con il concerto «dedicato alle Anime Belle». Ad infiammare la calda serata d’agosto ci penserà l’estro e l’arte di un maestro della musica popolare, non a caso direttore artistico del Carpino Folk Festival: Peppe Barra.

Barra, «porta sul palco la sua maschera carica d’amore e di rabbia per una terra, la nostra, non sempre rispettata nella sua dignità e nella sua bellezza – si legge nella presentazione dell’evento da parte del direttore artistico del Montalbano Folk Fest Massimo Vinale -. Non a caso, forse, ogniqualvolta introduce la sua Tammuriata Nera ne racconta la storia e la violenza, trasformandola, però, in vita e speranza, come solo un “Cantattore” può fare. Degni di nota sono i suoi abiti di scena, che esprimono un teatro interiore, il cui unico copione racconta la bellezza della verità. Che dire, poi, della sua voce: strumento che accompagna strumenti; eco amplificato dei rumori dell’anima. In molti, verranno ad ascoltare il maestro Peppe Barra, anche per il tributo originalissimo che rende a Fabrizio De Andrè, quando interpreta, a suo modo, Bocca di rosa». 

L’ingresso è libero. Sono previsti 1.200 posti a sedere per questo “concerto evento” della quinta edizione della rassegna folk pronta, ormai, a diventare itinerante.

Domani, invece, nell’ambito delle manifestazioni estive inserite nel calendario allestito dall’Amministrazione comunale di Brindisi, con la collaborazione tecnica della Fondazione Nuovo Teatro Verdi, Peppe Barra animerà l’affascinante scenario della Scalinata di Virgilio con i suoi Canti e racconti» e le originali interpretazioni che hanno fatto la storia della musica partenopea.

Accanto all’artista, in apertura del suo concerto, anche il gruppo di ricerca popolare brindisino «Canto antico della nostra terra» che può dire di aver dato, sin dal 1974, anno della sua nascita, gli strumenti, l’entusiasmo e gli stimoli per una sempre maggiore diffusione di gruppi che si occupano di tradizioni popolari brindisine e della Terra d'Otranto. 

Il gruppo presenterà alcuni dei brani più belli e noti del suo repertorio: da Mannaggia Lu Rimu a Tangu, ultima canzone scritta da Ennio Masiello, poeta in vernacolo e cultore delle tradizioni popolari.

«Canto Antico della Nostra Terra e Peppe Barra: due storie, due ricerche che si incontrano - spiegano i responsabili del gruppo brindisino -. Quando il folk agli inizi degli anni ’70 si affacciava prepotentemente nel mondo della musica, un gruppo di giovani soci del Centro Turistico Giovanile di Brindisi si impegnava nella riscoperta delle antiche tradizioni popolari attraverso la musica ,il canto e la danza e questo riscoprirsi nel 1974 divenne «Canto antico della nostra terra». 

Anni prima grandi artisti come Peppe Barra, Roberto De Simone , Fausta Vetere costituivano la «Nuova compagnia di canto popolare» che segnò al gruppo brindisino la strada da seguire nella ricerca e valorizzazione della musica popolare di tradizione . Due cammini diversi per importanza ed opportunità ma oggi a 40 anni di lavoro continuo per la diffusione della musica popolare Peppe Barra incontra i componenti del CANT e nasce una bella intesa ed un’altra bella storia». (g. d.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400