Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 03:23

Gran caldo a Potenza 400 ricoveri d'urgenza

POTENZA - Picco di accessi al pronto soccorso dell’ospedale di San Carlo di Potenza a causa della prolungata ondata di calore: in due giorni sono stati quasi 400. Lunedì e ieri si sono registrati afflussi “eccezionali”, secondo i dati dell’Azienda San Carlo, rispettivamente 203 e 178 pazienti. Molti presentavano sintomi di disidratazione e malori collegati all’improvviso cambio di temperatura. Una media superiore a quella dello scorso anno
Gran caldo a Potenza 400 ricoveri d'urgenza
POTENZA - Picco di accessi al pronto soccorso dell’ospedale di San Carlo di Potenza a causa della prolungata ondata di calore: in due giorni sono stati quasi 400. Lunedì e ieri si sono registrati afflussi “eccezionali”, secondo i dati dell’Azienda San Carlo, rispettivamente 203 e 178 pazienti. Molti presentavano sintomi di disidratazione e malori collegati all’improvviso cambio di temperatura. Una media superiore a quella dello scorso anno, con circa 140 accessi giornalieri.

Ripercussioni si stanno avendo sull’intera organizzazione ospedaliera. Reparti come la medicina interna e la pneumologia stanno facendo gli straordinari per garantire l’assistenza. A partire da oggi, peraltro, altri due servizi sono stati messi a disposizione dei cittadini all’accettazione del pronto Soccorso, nel quadro del programma aziendale di umanizzazione delle cure. Il primo consiste nell’installazione nella sala d’attesa di alcuni dispenser con disinfettanti per le mani, un’iniziativa che rientra nella campagna contro le infezioni ospedaliere promossa dal San Carlo mentre il secondo consiste nell’installazione presso il punto di accoglienza di una centralina per la ricarica dei cellulari.

“Le nostre iniziative per migliorare l’accoglienza - spiega il direttore generale Gianpiero Maruggi - hanno avuto positivi riscontri da parte della cittadinanza e non si fermano qui. Stiamo già lavorando al progetto steward, per dotare il pronto Soccorso di figure professionali dedicate all’assistenza personale degli utenti che prenderanno in carico i pazienti, li accompagneranno a compiere gli esami necessari, manterranno i rapporti con i familiari in attesa, aiuteranno i pazienti a rendere più agevole possibile la loro presenza in ospedale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione