Cerca

Il Palio delle botti accende 7 rioni

di ANTONIETTA ZACCARA
CASTELLUCCIO SUPERIORE (POTENZA) - Seppur in anticipo rispetto alla raccolta dell’uva e in ritardo rispetto a «spilla botte», le botti scendono in campo a Castelluccio Superiore per il tradizionale «Palio delle Botti». Una gara che propone la sfida di abilità fra i diversi vicinati del Paese, in cui gli «spingitori», dovranno spostare botti di egual misura lungo il tragitto cittadino
Il Palio delle botti accende 7 rioni
di ANTONIETTA ZACCARA

CASTELLUCCIO SUPERIORE (POTENZA) - Seppur in anticipo rispetto alla raccolta dell’uva e in ritardo rispetto a «spilla botte», le botti scendono in campo a Castelluccio Superiore per il tradizionale «Palio delle Botti». Una gara che propone la sfida di abilità fra i diversi vicinati del Paese, in cui gli «spingitori», dovranno spostare botti di egual misura lungo il tragitto cittadino. Per 10 giorni la cittadina del Pollino sarà animata da musica cabaret e piatti tradizionali con al centro giochi e animazione fra contrade per il Palio, nato 7 anni fa. Veniva celebrato nel mese di Dicembre in occasione della festa dell’Immacolata, quando si assaggiava il vino novello e cittadini appartenenti ai diversi rioni si sfidavano a le botti fino ad un traguardo stabilito. A far spostare la data le condizioni atmosferiche spesso sfavorevoli.

Sette i rioni che il Palio coinvolge ossia Post-Castieddu, S’Ulio, Petralonga, A’ Chiazza, Gruttcieddi, Sal Punzianu, U’ Campanaru, tutti gli abitanti di questi nuclei sono impegnati, ma, trascina tutti gli abitanti del paese durante la fase di preparazione del Palio. L’iniziativa diventata un appuntamento ormai che si ripete da sette anni suscita interesse e curiosità tant’è che attrae un discreto numero di turisti. E quest’anno essendo a cavallo con ferragosto s spera possa portare ancora più gente nel piccolo centro del Pollino.

La manifestazione comincia quattro/cinque giorni prima della gara, con la pesatura delle botti, l’apertura delle iscrizioni delle squadre, la fissazione del percorso ed infine la gara. I vincitori vinceranno un prosciutto. Questa come altre iniziative è finalizzata alla promozione delle attività commerciali attive sul territorio con l’obiettivo di dare impulso al commercio locale e sostenere le realtà produttive operanti in Castelluccio Superiore, ma è anche espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo, sviluppo del territorio, salvaguardia della sua autonomia, espressione della tradizione locale e tutela delle tradizioni locali. Naturalmente obiettivo centrale della manifestazione è l’animazione di parte dell’estate castelluccese attraverso un gioco antico ma che nella cittadina del Mercure si sta costituendo come tradizione da una manciata di anni. Un modo per rallegrare tanto la giornata di chi viene da fuori in vacanza o in ferie ma anche una occasione per far divertire i cittadini piccoli e grandi del paese e dei paesi vicini.
Il taglio del nastro è il prossimo 8 agosto. Il sipario sarà chiuso il 18.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400