Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 15:00

Musica, sagra e divertimento ecco l'estate a Vietri

di LORENZA COLICIGNO
VIETRI DI POTENZA - La sagra «Tipica» ci dà con il suo nome la sua identità e insieme quella della comunità di Vietri di Potenza da cui viene proposta, come ormai tradizione da tre anni, con prodotti tipici e non solo, a cominciare dall'ingresso principale con bruschetta e olio di produttori Vietresi, a proseguire con le tre tappe di antipasti, salumi e formaggi, piatti tradizionali che hanno avuto grande successo negli anni scorsi
Musica, sagra e divertimento ecco l'estate a Vietri
di LORENZA COLICIGNO
VIETRI DI POTENZA - La sagra «Tipica» ci dà con il suo nome la sua identità e insieme quella della comunità di Vietri di Potenza da cui viene proposta, come ormai tradizione da tre anni, con prodotti tipici e non solo, a cominciare dall'ingresso principale con bruschetta e olio di produttori Vietresi, a proseguire con le tre tappe di antipasti, salumi e formaggi, piatti tradizionali che hanno avuto grande successo negli anni scorsi, come le patate rosse e la ciambotta, in piazza, poi, cavatelli al sugo o con la «meddia». Potremmo proseguire con le altre ricette tutte appetitose, ma lasciamo ai visitatori, che gli organizzatori si augurano numerosi, qualcosa da scoprire. Un'iniziativa sostanzialmente autofinanziata, con un contributo del Gal e l'apporto organizzativo del Comune di Vietri, oltre a quello dei tanti tanti volontari, oltre 100, che affiancano le Associazioni impegnate nella valorizzazione del territorio di Vietri, delle sue tradizioni, delle sue abilità artigiane e artistiche. Non solo enogastronomia, infatti, in questa festa «Tipica», essa è anche è soprattutto la festa degli emigranti, è nata infatti nel mese di agosto proprio come omaggio e insieme volontà di coinvolgere in un grande abbraccio collettivo i tanti emigrati che tornano abitualmente o occasionalmente al loro borgo. Un agosto, dunque, ricco di musica popolare e non solo, danza, teatro comico, concerti di band lucane molto apprezzate, come i Musicamanovella, e di musicisti sempre lucani, ma ormai internazionali, come Pino Mango, che chiuderà il lungo periodo di festa il 15. Dall'8 al 15 agosto, con una pausa l'11, un susseguirsi di iniziative curate dalle Associazioni «Vietri la Movida», «Teatrando» e ProLoco l'8, 9 e 10, pausa, come si è detto l'11, poi il 12 una giornata curata dall'Avis sull'importanza della donazione del sangue, il 13, 14 e 15 entra in scena «A strapp» che conduce le danze, si fa per dire, ma non tanto, fino a ferragosto con i concerti de «I Tarantolati » di Antonio Guastamacchia, gli «Apres la classe», con il tour «Riuscire a volare» , e per completare Mango (15). Non solo una festa tra compaesani ma in grado di coinvolgere anche le popolazioni limitrofe, In programma, infatti, tornei di morra e abbuffata degli spaghetti, giochi tradizionali, ma anche mercatino dell'artigianato e della creatività. Francesco Iuorio, Valentina Grande e Rosanna Mignuoli ieri, in conferenza stampa per le associazioni organizzatrici, hanno concordemente interpretato il ferragosto come celebrazione dei «Vietresi nel mondo», dalle ore 20, il 15, infatti, lungo viale Braccioli, dibattito pubblico con racconti di emigranti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione