Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:08

Nuovi servizi per partorienti

POTENZA – Nascere in sicurezza minimizzando i rischi per la mamma e il bambino pure in assenza di un punto nascita sotto casa: è l’obiettivo principale dei protocolli realizzati dalla Regione Basilicata e dalle Aziende sanitarie lucane per garantire la sicurezza delle nascite nell’area della Val D’Agri in seguito alla chiusura del reparto di maternità dell’ospedale
Nuovi servizi per partorienti
POTENZA – Nascere in sicurezza minimizzando i rischi per la mamma e il bambino pure in assenza di un punto nascita sotto casa: è l’obiettivo principale dei protocolli realizzati dalla Regione Basilicata e dalle Aziende sanitarie lucane per garantire la sicurezza delle nascite nell’area della Val D’Agri in seguito alla chiusura del reparto di maternità dell’ospedale di Villa d’Agri di Marsicovetere (Potenza).

I soccorsi e il trasporto di emergenza, ha spiegato l'ufficio stampa della giunta regionale, hanno consentito di evitare pericolose complicazioni per una giovane gestante di 28 anni di Moliterno (Potenza). La donna, alla 37/a settimana di gravidanza, aveva un’emorragia da placenta previa, condizione “che rappresenta l’urgenza per antonomasia in ostetricia e che può portare alla morte della mamma e del bambino”.
Il tempestivo intervento del 118, che ha operato con un’ambulanza medicalizzata proveniente da Viggiano (Potenza) e con l’elicottero a Moliterno, ha permesso il trasferimento in sicurezza della donna nell’ospedale San Carlo di Potenza, dove una equipe dell’unità operativa di ostetricia è intervenuta praticando il taglio cesareo e salvando mamma e figlio, i quali ora godono di buona salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione