Cerca

Le vere donne lucane nelle foto di Fabiana

di MASSIMO BRANCATI
POTENZA -  Ama il bianco e nero. Così, dice, riesce a concentrarsi di più sul soggetto da «immortalare». Il colore la distrae, meglio le ombre, le sfumature che riescono a delineare l’essenza del protagonista delle sue istantanee. Negli scatti racconta emozioni, passioni, l’anima di ciò che la circonda. Lei è Fabiana Belmonte (nella foto), giovane fotografa lucana, riconosciuta a livello internazionale come un talento da «coltivare»
Le vere donne lucane nelle foto di Fabiana
di MASSIMO BRANCATI

POTENZA -  Ama il bianco e nero. Così, dice, riesce a concentrarsi di più sul soggetto da «immortalare». Il colore la distrae, meglio le ombre, le sfumature che riescono a delineare l’essenza del protagonista delle sue istantanee. Negli scatti racconta emozioni, passioni, l’anima di ciò che la circonda. Lei è Fabiana Belmonte, giovane fotografa lucana, riconosciuta a livello internazionale come un talento da «coltivare». Non a caso è stata ingaggiata da un’agenzia di New York, la Art+Commerce, che collabora con prestigiose riviste come Vogue. E non a caso una sua foto è stata scelta dal prestigioso magazine cinese Photoworld China per la copertina di un suo numero.

Anche l’Italia si è accorta di lei: è stata invitata, infatti, alla biennale di Palermo e a quella di Salerno. Tornata in Basilicata dopo una lunga esperienza professionale tra l’Inghilterra e la Spagna, Fabiana è impegnata su vari fronti per portare a termine progetti fotografici ambiziosi e di qualità. Con lo studio Nolé di Lavello e Giovanni Romano sta realizzando «Potenza delle donne»: volti e corpi femminili per promuovere la donna lucana oltre gli stereotipi impressi nelle foto di Bresson.
Le immagini - che faranno parte di un calendario da donare ad un’associazione che si occupa di donne - vogliono essere anche un momento di promozione del territorio, dal momento che tutte le istantanee sono state scattate in luoghi caratteristici della Basilicata. Ma il nucleo dell’iniziativa resta la donna. La donna lucana che ha interessi, è dinamica, lotta per un ideale, lavora, vive oltre gli steccati della famiglia.

Le modelle scelte sono giovani imprenditrici, circensi, tatuatrici e ballerine, a voler dimostrare che in Basilicata l’universo femminile si è scrollato di dosso il cliché di «angelo del focolare domestico» . «Fuori regione - dice Fabiana - ci vedono in un certo modo. Non siamo così. Esistono tantissime lucane che gravitano attorno al mondo dell’arte e hanno mille interessi».

Tutte le fotografie di questo progetto confluiranno in una mostra che si terrà a Potenza il 22 settembre nell’ambito della rassegna «Gocce d’autore». In quell’occasio - ne sarà anche presentato il calendario. Nel frattempo Fabiana si dedica ad altre iniziative originali, come la permanenza di una settimana nel centro di disturbi alimentari Gioia a Chiaromonte per raccontare con le immagini, grazie alla supervisione della dottoressa Trabace, direttrice del centro, la voglia di reagire di chi è caduto nel vortice dell’anoressia.
«Non è stato un reportage - spiega - ma volevo fare vedere, attraverso la fotografia, quello che ho visto io, ragazzi che hanno una gran voglia di vivere». Il progetto è in via di pubblicazione su due riviste, «Shot! Magazine» e «Vieworld Magazine».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400