Cerca

Morte Elisa Claps Vescovo in un dossier «Ho detto la verità» Non è stata presentata una richiesta danni alla Chiesa

POTENZA – In un "dossier" inviato ai parroci della Diocesi di Potenza, l’arcivescovo monsignor Agostino Superbo "rompe" il silenzio e ribadisce che quella raccontata lo scorso 17 giugno al Tribunale del capoluogo "è la sola e unica verità" sul ritrovamento del cadavere di Elisa Claps. Al dossier - del quale parlano oggi alcuni quotidiani – è allegata una rassegna stampa dei giornali locali, con brevi note di commento
Morte Elisa Claps Vescovo in un dossier «Ho detto la verità» Non è stata presentata una richiesta danni alla Chiesa
POTENZA – In un "dossier" inviato ai parroci della Diocesi di Potenza, l’arcivescovo monsignor Agostino Superbo "rompe" il silenzio e ribadisce che quella raccontata lo scorso 17 giugno al Tribunale del capoluogo "è la sola e unica verità" sul ritrovamento del cadavere di Elisa Claps. Al dossier - del quale parlano oggi alcuni quotidiani – è allegata una rassegna stampa dei giornali locali, con brevi note di commento. Durante la testimonianza, monsignor Superbo ha ribadito - come fatto negli ultimi quattro anni – di essere venuto a conoscenza del ritrovamento solo la mattina del 17 marzo 2010 e non prima, come sostiene la famiglia Claps che ha sempre definito il "ritrovamento ufficiale" una "messinscena".

Nel processo sono indagate per falsa testimonianza al pm le due donne delle pulizie che secondo l’accusa avevano visto il cadavere alcune settimane prime del 17 marzo 2010. Nel documento – spedito dall’Ufficio comunicazioni sociali dell’Arcidiocesi – è spiegato che "una volta ascoltato il vescovo come testimone, ci è sembrato fosse giunto il 'tempo favorevole" quantomeno per riflettere su quanto sta succedendo nella nostra Diocesi. Lungi da questo Ufficio – prosegue la nota - giudicare il lavoro giornalistico e della magistratura, è doveroso portare alla vostra conoscenza tutta una serie di fatti certi, dimostrati e scritti sui media, che speriamo possano dipanare dubbi, incertezze e perplessità che la tragedia della morte di Elisa Claps ha portato prima di tutto nella sua famiglia (a cui deve andare la nostra preghiera) e poi in tutta la Chiesa potentina con il suo carico di accuse e polemiche".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400