Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:10

Potenza, il sindaco presenta la Giunta «Subito al lavoro»

POTENZA – Il sindaco di Potenza, Dario De Luca (centrodestra) ha presentato i nuovi assessori della sua giunta. Gli assessori sono Gerardo Bellettieri (vicesindaco, mobilità), Rosanna Argento (edilizia e pianificazione), Leonardo Cuoco (programmazione), Margherita de Francesco (istruzione), Maria Martoccia (bilancio e finanze), Pasquale Pepe (Ambiente), Annalisa Percoco (politiche comunitarie), Giovanni Salvia (informazione e comunicazione) e Nicola Stigliani (servizi sociali)
Potenza, il sindaco presenta la Giunta «Subito al lavoro»
POTENZA – Il sindaco di Potenza, Dario De Luca (centrodestra) ha presentato i nuovi assessori della sua giunta, composta senza tener conto di appartenenze politiche ma per affrontare i problemi del Comune, in particolare quelli di bilancio, con un forte debito e “centinaia di creditori fuori dalla porta”, per soddisfare i quali è “assolutamente necessario un aiuto da parte della Regione”.

Gli assessori sono Gerardo Bellettieri (vicesindaco, mobilità), Rosanna Argento (edilizia e pianificazione), Leonardo Cuoco (programmazione), Margherita de Francesco (istruzione), Maria Martoccia (bilancio e finanze), Pasquale Pepe (Ambiente), Annalisa Percoco (politiche comunitarie), Giovanni Salvia (informazione e comunicazione) e Nicola Stigliani (servizi sociali).

De Luca – che l’8 giugno scorso ha battuto al ballottaggio il candidato del centrosinistra, il quale aveva sfiorato l’elezione al primo turno, il 25 maggio – ha indicato nella gestione dei rifiuti e dei trasporti i problemi più gravi e urgenti da affrontare per la giunta: “Ho chiesto agli assessori – ha detto il sindaco – di smettere di essere persone di partito e di dedicarsi completamente al servizio del Comune”.

Potenza “ha una speranza di rigenerarsi e riqualificarsi”, e per farlo deve “centrare gli obiettivi sanciti dall’Ue per i fondi strutturali che stanno per essere assegnati alla Basilicata per i prossimi sei anni”: quindi è “indispensabile una buona programmazione della Regione”, ed entro il 22 luglio Potenza “deve far inserire nel Piano operativo regionale le sue istanze”.

E' uno dei passaggi dell’intervento del sindaco di Potenza, Dario De Luca, durante la presentazione della giunta. Serve “un aiuto” dalle istituzioni regionali, per il neo sindaco, e “ora bisogna capire quali sono le risorse minime di cui Potenza ha bisogno per risolvere le problematiche emergenziali, come ho spiegato a Pittella, per far fronte agli impegni del passato e iniziare un’opera concretata e seria per il risanamento”. Il primo punto è “far fronte al problema dei rifiuti, prima che il sistema crolli” e poi “l'incremento dell’efficienza del sistema dei trasporti”: serviranno “scelte per il cambiamento” che saranno “frutto del sindaco e della giunta” ma “non dei potentati, perchè sono un uomo libero”.

De Luca ha quindi ringraziato, scusandosi, “tutte quelle persone i cui nomi sono circolati in questi giorni sulla stampa, e che oggi non sono in giunta”, spiegando poi “di aver cominciato ad esaminare i problemi della città, che sono tanti, e che non saranno di facile soluzione”: quello principale riguarda le risorse del bilancio, “e i punti cardine, dalla gestione dei rifiuti ai trasporti, e alle tantissime persone che lavorano per cooperative sociali o ad altre imprese per il Comune, e che non venendo regolarmente pagate, si trovano in condizione di gravi difficoltà economiche. Sono bilanci, ma prima di tutto è la vita delle persone, è carne viva che viene a piangere in questo Comune perchè non riceve i suoi soldi”. Per questo motivo, il sindaco ha evidenziato di “aver lavorato poco alla composizione della giunta”, e molto a queste vicende: “Serve una squadra forte e coesa anche nell’interesse di queste persone, e questa è una squadra in cui credo molto, e che darà un grande contributo”.

E’ “una giunta fortemente agganciata al futuro”, ha poi spiegato De Luca, e “ho chiesto loro di abbandonare le posizioni e le logiche politiche personali, perchè l’unico obiettivo è il bene della città e non dei partiti: ci sono state delle pressioni, ma ho scelto in autonomia e me ne prendo la responsabilità, ma sono altrettanto certo che faranno bene”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione