Giovedì 16 Agosto 2018 | 10:47

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

potenza

La Basilicata stoppa
i rifiuti di fuori regione

Riguarda gli speciali. Premi e sostegno ai comuni che riciclano

La Basilicata stoppa i rifiuti di fuori regione

di Antonella Inciso

Non ci saranno più camion e autoarticolati che percorreranno le strade lucane per conferire rifiuti speciali e indifferenziati provenienti da fuori regione. La Basilicata dice basta. La Regione chiude definitivamente quella fase per aprirne un’altra. Le nuove regole sono contenute nel Disegno di legge sui rifiuti che la Regione ha approvato ieri in Terza Commissione e che discuterà, a breve, in Consiglio regionale. Dopo mesi di attesa, dopo discussioni accese e pressanti scontri, ad essere chiuso è uno dei capitoli più complessi affrontati dal governo regionale. Questo perché il nuovo Piano prevede regole più stringenti e dettagliate in materie. Partendo dall’assunto di voler ridurre «al massimo la quantità di rifiuti urbano non inviato al riciclaggio» raggiungendo, nel contempo, «l’obiettivo di autosufficienza per l’impiantistica di trattamento e recupero per i rifiuti urbani e speciali».

E tra le novità c’è proprio lo stop ad accogliere rifiuti speciali provenienti da fuori regione. «Per le attività di smaltimento, trattamento e recupero di rifiuti speciali e dei rifiuti provenienti da raccolta differenziata - viene sottolineato nella legge - viene considerato l’impianto idoneo più vicino al luogo di produzione o raccolta, al fine di ridurre i movimenti degli stessi, tenendo conto del contesto geografico o della necessità di impianti specializzati per determinati tipi di rifiuti».

Ma non solo. Nelle nuove norme vengono anche previste «misure di sostegno insieme ad un sistema di premialità per quei comuni che contribuiscono a conseguire gli obiettivi ed i target stabiliti». Insomma, soldi in più per quelle amministrazioni che riducono il materiale presente in discarica ed incrementano la differenziata. Questo con l’intento che «entro l’anno 2020 l’effettivo riciclo sia pari al 50 per cento delle componenti carta, cartone, plastica, metalli, vetro, legno, frazione organica dei rifiuti urbani e assimilati».

Stop a rifiuti speciali da fuori, dunque, ma anche freno a nuovi impianti, considerato che la «localizzazione di nuovi impianti - di competenza della Province - è subordinata alla verifica della possibilità del potenziamento, della ristrutturazione o della riconversione di quelli già esistenti, al fine di evitare il consumo di nuovo suolo ed i relativi impatti su ambiente e territorio». Come dire che prima di costruire nuove discariche o impianti bisogna ristrutturare quelli vecchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Incidenti stradali, in Basilicatamuore più gente che altrove

Incidenti stradali, in Basilicata
muore più gente che altrove

 
Ponte Morandi in Basilicata:da 5 anni segni di cedimento

Ponte Morandi in Basilicata:
da 5 anni segni di cedimento

 
Lavoro in nero: due ristoranti sospesi in provincia di Potenza, multe per 9mila euro

Lavoro in nero: due ristoranti sospesi in provincia di Potenza

 
Basilicata, le due coalizioni lucane a caccia di un presidente

Regione Basilicata, le due coalizioni lucane a caccia di un presidente

 
Potenza, rissa e coltellate in centrotra extracomunitari: ucciso gambiano

Potenza, rissa tra extracomunitari: sgozzato gambiano. Un fermato

 
Basilicata, approvata la nuova legge elettorale regionale

Basilicata, approvata la nuova legge elettorale regionale

 
Potenza, sul treno senza biglietto:nigeriano aggredisce poliziotti

Potenza, sul treno senza biglietto:
nigeriano aggredisce poliziotti

 
Total, anche ad agostoporte aperte a Tempe Rossa

Total, anche ad agosto
porte aperte a Tempe Rossa

 

GDM.TV

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 

PHOTONEWS