Sabato 21 Luglio 2018 | 19:40

Come «Gomorra»

Lavello, «Donna Imma» istigò
vendetta: arrestata col marito

La donna si faceva chiamare come la donna del boss Savastano della serie tv: incitò il marito a punire chi - secondo lei - era stato responsabile dell'arrestato dell'uomo

Lavello, «Donna Imma» istigò vendetta: arrestata col marito

Donna Imma (di Gomorra)

Come nella finzione della serie tv "Gomorra": lei, Angela Di Noia, di 37 anni, nata a Venosa ma residente a Lavello (Potenza), si faceva chiamare «Donna Imma" come la moglie del boss Pietro Savastano. Nella realtà, invece, ha istigato il marito, Michele Di Cosmo (38), a vendicarsi di un uomo che i due ritenevano il responsabile dell’arresto deciso nei confronti dello stesso Di Cosmo per illecita detenzione di stupefacenti. Al termine delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, i Carabinieri della Compagnia di Venosa hanno eseguito l’ordinanza del gip del capoluogo lucano: il marito, in carcere, e la moglie, agli arresti domiciliari, sono accusati in concorso per il tentativo di omicidio commesso il 9 aprile 2017.
In quell'occasione, a Lavello, Di Cosmo aggredì l’uomo con una spranga di ferro, infierendo anche quando era a terra e procurandogli lesioni gravissime, tra cui il danneggiamento della milza che fu poi asportata. Solo «l'intervento di un passante - è sottolineato in un comunicato firmato dal Procuratore della Repubblica di Potenza, Francesco Curcio - impediva ai due coniugi di portare a compimento l’azione omicida».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS