Cerca

Domenica 18 Febbraio 2018 | 23:24

ilva

Bellanova: si deve garantire la salute

BARI - «La soluzione non è chiudere l’Ilva ma ambientalizzare, garantire sicurezza e salute per i cittadini di Taranto e per i lavoratori, rendere compatibili 20mila posti di lavoro con il rispetto della salute e dell’ambiente». Lo ha detto il viceministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, parlando a Brindisi.
«Proprio ieri - ha aggiunto - ho confermato un’agenda molto fitta relativa alla «trattativa Ilva». Siamo a un passo dal far ripartire finalmente l’ambientalizzazione in un territorio che è stato devastato dal disinteresse, dal disimpegno e dalla complicità di chi ha avuto responsabilità di Governo e si è voltato dall’altra parte. Prima c'erano quelli che passavano dai Riva con il cappello in mano a prendere i finanziamenti».
«Noi - ha detto ancora - siamo quelli che hanno considerato i Riva responsabili della devastazione di un territorio, abbiamo nominato l’Amministrazione straordinaria, abbiamo indetto una gara a livello europeo e oggi discutiamo di Piano ambientale e Piano industriale con il più grande produttore di acciaio a livello europeo». «Al quale abbiamo detto - ha concluso - che dal mese prossimo è necessario partire con la copertura dei parchi minerari».

«Il rapporto con Michele Emiliano? Molto complicato. Voglio sperare che il punto non sia misurare la nostre forze piuttosto la capacità di dare risposte ai problemi che ci troviamo a gestire. Siamo persone con ruoli e funzioni istituzionali regolate dalla nostra Costituzione che ci richiama - tutti - alla leale collaborazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400