Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 21:15

Ambientalisti: sindaco non ritiri ricorso

TARANTO - Il Comitato dei Genitori Tarantini ed altre associazioni quali Peacelink, Wwf e Taranto Respira, attraverso una lettera aperta, invitano il sindaco Rinaldo Melucci a non ritirare il ricorso contro il decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 29 settembre scorso che riguarda la nuova Aia per l’Ilva e ad assumere una posizione ancora più netta.

«Nessuna ipotesi di decarbonizzazione - scrivono le associazioni - per tenere in piedi la produzione, solo chiusura e bonifica (quale minimo risarcimento per Taranto e per i suoi morti) delle fonti inquinanti come unica strada perseguibile, senza se e senza ma. Avrà, così facendo, una buona percentuale - aggiungono rivolgendosi al primo cittadino - del popolo tarantino al suo fianco, già convinta di uno sviluppo compatibile con il territorio».

Come sindaco di Taranto «lei - osservano gli ambientalisti - ha voluto intraprendere una strada di assoluta discontinuità rispetto alle precedenti gestioni del governo della città. Bene ha fatto, quindi, a farsi carico delle richieste dell’intera comunità tarantina, anche oltre gli stretti confini comunali, in considerazione del fatto che i picchi di mortalità e morbilità a causa dell’inquinamento industriale verranno raggiunti nei prossimi anni».

Le associazioni invitano dunque Melucci «a non fare neppure un passo indietro. Ogni scelta che ci farà intravedere da parte sua ripensamenti - concludono - non ci vedrà di certo tra i suoi sostenitori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400