Cerca

Lunedì 11 Dicembre 2017 | 20:08

Al Bano torna in libreria con «Madre mia»

ROMA - Al Bano Carrisi torna in libreria con 'Madre Mia. L’origine del mio mondò, un ritratto affettuoso, limpido e originale di sua madre Jolanda, scritto con Roberto Allegri. Il libro uscirà l’8 dicembre per Baldini&Castoldi - La nave di Teseo. «Devo molto a mia madre Jolanda e questo libro è il mio omaggio per lei. La sua vita sembra uscire da un romanzo. Ma è invece il ritratto di una donna coraggiosa e tenace che ha affrontato con grande umiltà i momenti più duri sofferti dalla nostra famiglia» dice il cantante. E’ un rapporto molto profondo quello che lega Al Bano alla madre, fatto anche di contrasti "come ogni figlio con la propria genitrice» precisa il cantante. "Ma è proprio in questi confronti - aggiunge - che si è forgiato il mio carattere e la mia tenacia».

Nata nel Cellinese, in provincia di Brindisi, Jolanda Ottino Carrisi ha avuto un’infanzia difficile durante il fascismo. Una donna vivace e caparbia, capace di opporsi alle convenzioni in nome dei propri obiettivi. Da sempre abituata a lavorare, non vedeva di buon occhio la carriera artistica del figlio, ma non ha esitato a sostenerlo. E così le pagine ci guidano da un’epoca all’altra, mescolando la storia intima di una casa di provincia con la grande storia nazionale: dalla miseria ai primi successi del figlio, dalla gioia di essere nonna alle tragedie che hanno colpito la sua famiglia. Al Bano si fa da parte per raccontarci con orgoglio la storia di una madre, esemplare per forza e dignità.

«Ammetto di essere stato per lei un figlio ribelle. Le ho dato parecchie delusioni perché lei mi voleva maestro di scuola, sistemato con uno stipendio fisso e invece io volevo fare l'artista. Non posso darle torto se, a quel tempo, tentò in tutti i modi di farmi cambiare idea» racconta Al Bano che ha vinto più volte il Festival di Sanremo e ha pubblicato più di dieci album. Il suo primo singolo Nel Sole (1967) è stato un successo internazionale. Nel 2006 ha pubblicato con Mondadori il libro È la mia vita, sempre con Roberto Allegri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400