Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 00:20

Controlli, il Foggiano diviso in 5 aree

FOGGIA - Divisione della provincia in cinque macroaree, per assicurare una «incisiva e capillare» attività di controllo del territorio che impedisca nuovi episodi di criminalità e aumenti la percezione di sicurezza dei cittadini. E' quanto prevede il piano di controlli straordinario annunciato ieri dal ministro dell’Interno Marco Minniti e definito questa mattina dal questore di Foggia Mario Della Cioppa, d’intesa con i comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, Marco Aquilio e Francesco Gazzani.

Le macroaree, oltre a Foggia, includono le zone di San Severo-Apricena-San Marco in Lamis, di Manfredonia-Monte Sant'Angelo-Mattinata, di Vieste ed, infine, di Cerignola-Ortanova. Nelle altre aree della provincia saranno presenti agenti in borghese per le attività investigative e uomini della polizia stradale. Complessivamente nella zona sono stati inviati 192 uomini: 27 equipaggi dei Reparti prevenzione crimine per 81 unità, 91 Carabinieri di cui 18 Cacciatori di Calabria e 8 pattuglie della Gdf per 20 unità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400