Cerca

Amministrative

Cascavilla eletto sindaco
a San Giovanni Rotondo

A Torremaggiore vince Monteleone

Cascavilla eletto sindaco a San Giovanni Rotondo

FOGGIA - Battuti i sindaci targati Pd a San Giovanni Rotondo e a Torremaggiore. Si impongono candidati delle civiche sorretti da partiti di centro e centrodestra. Nella città di San Pio il 35° sindaco della storia è Costanzo Cascavilla, mentre a Torremaggiore ha vinto Lino Monteleone.

A San Giovanni Rotondo, dunque, si è imposto Costanzo Cascavilla (40,47% al primo turno) sostenuito dal Partito della città, Conservatori e riformisti, lista Città Attiva, lista Cascavilla sindaco, Unione di centro e Forza Italia (quest’ultima col proprio simbolo insieme a due civiche). Cascavilla ha battuto Leonardo Maruzzi (35,24% al primo turno) sostenuto da Partito democratico, lista Maruzzi sindaco, Movimento popolare sangiovannese, Socialisti e democratici, lista civica di Centro.

A Torremaggiore è stato eletto sindaco Lino Monteleone (52,85%) che al ballottaggio ha battuto Salvatore Leccisotti (47,15%). Il neo sindaco ci aveva provato già quattro anni fa ma fu sconfitto al ballottaggio dall’ex sindaco Costanzo Di Iorio. A Torremaggiore, comune che esce da un commissariamento durato un anno, Monteleone, aveva ottenuto il 35,99% al primo turno, era sorretto dalle civiche Agire con Monteleone, Uniti con Monteleone, Unione di centro e Impegno democratico. Nulla da fare per Salvatore Leccisotti (25,94% al primo turno) sostenuto da Pd, Città nostra e la lista Leccisotti sindaco.

Affluenza nella media nazionale ma molto al di sotto del primo turno. Nella città di San Pio ci si è fermati al 52,9% (al primo turno aveva votato il 68,8% dell’elettorato). A Torremaggiore affluenza al 53,89%, quasi 20 punti percentuali in meno rispetto al primo turno. Oltre alla disaffezione nei due centri ha influito e non poco il maltempo, soprattutto nelle ore serali.

Filippo Santigliano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400