Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 17:54

Figlio con il compagno canadese Ed Testa

Vendola papà di un bimbo
il web diviso tra gioia e insulti
Nichi risponde su Fb: «Squadristi»

L’ex presidente della Regione Puglia e leader di Sel: quelli che insultano e bestemmiano nei bassifondi della politica e dei social network mi ricordano quel verso che dice: "ognuno dal proprio cuor l'altro misura"

Vendola papà di un bimbo il web diviso tra gioia e insulti Nichi risponde su Fb: «Squadristi»

BARI - Fiocco «arcobaleno» per Nichi Vendola e il suo compagno Ed Testa per la nascita di Tobia Antonio. Un lieto evento che però è stato accolto da forti polemiche: mentre è ancora cocente la delusione nel mondo lgbt per l’approvazione in Senato del ddl sulle unioni civili senza stepchild adoption, sono state durissime le critiche del centrodestra per la scelta dell’ex presidente della Regione Puglia e leader di Sel, e del suo compagno canadese di ricorrere all’utero in affitto.

Gli attacchi di quella che Vendola aveva definito in una recente intervista una «subalternità culturale della politica», sono stati pressoché simultanei alla notizia della nascita del piccolo, concepito negli Usa da una donna californiana. E se il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, parla di «disgustoso egoismo», il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, punta il dito contro «questa sinistra che usa il turpe metodo dell’utero in affitto per inventarsi genitori dei figli degli altri». In serata arriva la replica di Vendola: «Non c'è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca», afferma. "Condivido con il mio compagno - aggiunge l’ex governatore della Puglia - una scelta e un percorso che sono lontani anni luce dalla espressione 'utero in affittò». «Questo bambino - dice Vendola - è figlio di una bellissima storia d’amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita. Quelli che insultano e bestemmiano nei bassifondi della politica e dei social network mi ricordano quel verso che dice: 'ognuno dal proprio cuor l’altro misurà (anche se capisco che citare Dante non faccia audience)».

Gli amici di Vendola non hanno voluto commentare ma sono certi che poter realizzare il sogno di «crescere un figlio" che Vendola non aveva mai nascosto, lo renderà senz'altro "felice».. Fa invece gli «auguri a Vendola e al suo compagno» Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay center, auspicando si «allarghino le adozioni alle coppie gay».

Il popolo del web è diviso dalla paternità di Vendola. In rete c'è chi condanna, chi esulta e chi ci scherza su (»...ma Tobia che nome è?"). Su Twitter l’hastag '#Vendolà è di tendenza per ore. E i commenti sono i più disparati: c'è chi scrive «ma una volta i comunisti non li mangiavano i bambini? Ora evidentemente li comprano"; e chi aggiunge «ciao, sono Vendola, volevo un regalo e ho comprato un bambino».

In molti, però, sono contenti per lui: «Tanti auguri ai neo genitori ed al piccolo"; «Smettetela di dire bestialità, Nichi sarà un padre dolcissimo». E non mancano neppure gli ironici che, prendendo di mira l’eloquio 'vendolianò, ritengono che "l'unico problema per il figlio di Vendola sarà una ninna nanna lunga 3 ore». Mentre per altri il fatto che «Vendola e il compagno siano diventati papà dimostra che nulla è impossibile, tranne avere una sinistra unita».

LA SORELLA PATRIZIA: FAMIGLIA PAZZA DEL BIMBO - «È arrivato un bimbo. Concentriamoci su questo. C'è una vita nuova in una famiglia che è diventata già pazza di lui. E che non vede l’ora di abbracciarlo». Lo ha detto Patrizia Vendola, sorella di Nichi, parlando della nascita di Tobia Antonio, il figlio della coppia formata dall’ex Presidente della Regione Puglia e leader di Sel, e dal suo compagno Ed Testa. Tobia Antonio è nato negli Stati Uniti con la tecnica della maternità in surrogato, da parte di una donna californiana. «Stiamo seguendo la linea del silenzio - precisa Patrizia - e rispettiamo la loro privacy, va bene così». Sulle polemiche che hanno seguito la notizia della nascita del piccolo, Patrizia non aggiunge altro: «Niente di più di quello che ha già detto mio fratello».

ZAN (PD) CONTRO CINSIMO SALVINI - «Voglio esprimere massima solidarietà e vicinanza a Nichi Vendola e al suo compagno Ed per le polemiche sulla nascita del loro piccolo Tobia». Lo dichiara Alessandro Zan, deputato del Pd. «Di disgustoso in questa vicenda c'è solo il cinismo di Salvini, che non ferma la sua violenza nemmeno davanti a un bambino, marchiandolo come prodotto dell’egoismo. Del resto" prosegue Zan «il leader del Carroccio non è nuovo a queste uscite crudeli quando si parla di esseri umani indifesi. Tobia è un bambino fortunato: faccio i miei migliori auguri a Nichi e a Ed per il bellissimo percorso d’amore che hanno davanti" conclude il parlamentare.


BUTTIGLIONE (PD): BENVENUTO TOBIA, E I GENITORI? «Un benvenuto sincero dal profondo del cuore a Tobia che nasce a questo mondo. Ogni bambino che nasce porta con sé la speranza del mondo». Lo scrive in una nota Rocco Buttiglione, vicepresidente vicario dei deputati di Area popolare. «Vorremmo fare gli auguri anche al suo papà ed alla sua mamma. La sua mamma però - dice - non c'è. Non c'è almeno nella stampa, nelle televisioni, nei discorsi dei politici e dei commentatori. C'è invece da qualche parte una donna che ha portato Tobia nel suo utero per nove mesi, lo ha sentito scalciare, ha ascoltato i primi battiti del suo cuore, lo ha cullato con i battiti del suo. Era il suo bambino o meglio non era il suo bambino fin dall’inizio perché era già stato comprato e venduto prima di essere concepito. Noi parliamo, con un eufemismo politicamente corretto, di utero in affitto». «In realtà non si prende in affitto un utero ma una donna, e si compra e si vende un bambino. Non importa molto se il prezzo viene pagato con del denaro o con le lusinghe di una ideologia. Il dolore, nel profondo, è egualmente acuto. C'è oggi nel mondo - conclude Buttiglione - una mamma senza il suo bambino. Ed un bambino senza la sua mamma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Peppino

    29 Febbraio 2016 - 10:10

    Totalmente favorevole e felice per loro, altrettanto disgustato dai commenti di chi mostra tutta la sua ignoranza... ma ho solo una domanda per il nostro (per tanti motivi) amato ex Presidente: perché ci hai privato della tua stessa gioia? Perché hai permesso che non venissero più rimborsate le spese di chi cerca di avere un figlio mediante trattamenti di riproduzione assistita in altra Regione?

    Rispondi