Martedì 19 Giugno 2018 | 10:05

Riondino, sciopero è un po' di facciata

TARANTO - «Siamo abituati agli scioperi un pò di facciata. Questo di oggi all’Ilva non so che tipo di adesione stia avendo, però non si può scioperare solo un giorno, alla vigilia del primo maggio, giusto per fare vedere che sono presenti».

Lo ha detto l’attore Michele Riondino, direttore artistico - insieme a Diodato e Roy Paci - del concertone del primo maggio di Taranto, a margine della presentazione degli eventi in programma domani nel capoluogo ionico: in mattinata il dibattito sull'Ilva e l’accordo di programma per Taranto (alla presenza del governatore pugliese Michele Emiliano) e dal primo pomeriggio il concerto sul palco allestito nel parco archeologico delle Mura greche.

Anche «a Roma - ha detto Riondino - si parla di sicurezza sul lavoro solo il primo maggio e mi sembra un pò poco, bisognerebbe parlarne 365 giorni. Se parliamo di sicurezza dobbiamo affrontare anche il tema di chi muore in un altoforno che è stato dichiarato fuorilegge dalla magistratura, come è accaduto per l’incidente che costò la vita all’operaio Alessandro Morricella, e che un governo, con l’avallo dei sindacati, ha fatto riaprire riconsegnandogli la licenza di uccidere. Quindi è paradossale che le sigle sindacali facciano manifestazioni per la sicurezza e poi alla fine difendano il padrone».

RIONDINO: SI ABBIA CORAGGIO DI CHIUDERE - «Il messaggio che arriva da questo palco? Il tema di quest’anno è: riprogrammiamo il nostro futuro. Noi quest’anno, più degli altri anni, vorremmo parlare di chiusura dell’Ilva. Non bisogna avere paura di parlarne».

Così l'attore Michele Riondino, direttore artistico del concertone dell’1 maggio di Taranto, ha introdotto il tema portante del documento politico che accompagna l’evento. Alla conferenza stampa erano presenti anche la giornalista Valentina Petrini, il cantante Diodato, oltre a Gianni Raimondi e Virginia Rondinelli del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, che organizza la manifestazione. In mattinata, domani, si terrà un dibattito sull'Ilva e sull'accordo di programma per Taranto elaborato da movimenti e associazioni e vedrà la presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Nel pomeriggio spazio alla musica con il concertone giunto alla quinta edizione dopo la pausa dello scorso anno. Tra gli altri, si esibiranno sul palco del Parco Archeologico delle Mura Greche Emma Marrone, Brunori Sas, Levante, Noemi, Vinicio Capossela, Mezzosangue, Irene Grandi, Ghemon, Teresa De Sio, Coma_Cose, Piotta, Luca De Gennaro, Modena City Ramblers, Lacuna Coil e Terraross.

«Si è parlato di ambientalizzazione dell’Ilva, che - ha osservato Riondino - è un termine che non esiste anche nel dizionario, si parla di decarbonizzazione senza conoscere la questione da un punto di vista tecnico e quindi di qualità dell’acciaio. Non si è mai parlato di chiusura, qui oggi noi parliamo di chiusura e lo facciamo anche con le istituzioni. Noi siamo per la chiusura ma ci rendiamo conto che non è possibile chiudere da un giorno all’altro. Bisogna cominciare a parlare di chiusura oggi per avviare un piano B. Il piano B è il piano della chiusura, che nessuno vuole affrontare ma nessuno deve temere. Se affrontata in certi termini, continuerà a dare posti di lavoro anche la chiusura».

L’Uno Maggio di Taranto è una manifestazione interamente autofinanziata, creata dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, un gruppo di operai e cittadini formatosi a seguito del sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva nel 2012. Anche quest’anno la direzione artistica è affidata a Michele Riondino, Roy Paci e Diodato. A condurre l’evento saranno Valentina Petrini, Valentina Correani, Andrea Rivera e Martina Dell’Ombra. Gli artisti hanno scelto di aderire all’iniziativa a titolo gratuito.
Il palco si trova in direzione opposta rispetto agli altri anni e l’area è stata interamente recintata con transenne da cantiere per gestire in sicurezza eventuali situazioni di emergenza e nel rispetto della circolare Gabrielli. Sono due i varchi di ingresso da via Lacaita e via Atenisio con una serie di uscite di sicurezza per consentire un rapido deflusso.

Un’ordinanza vieta l’introduzione di lattine e bottiglie di vetro, ma all’interno del palco ci saranno stand per la vendita di panini e bevande che aiuteranno a finanziare l’evento. Quest’anno ai due ingressi del parco verranno consegnati dei ticket numerati che serviranno come conta persone. Chi vorrà potrà lasciare un contributo. Si stima che l’area recintata possa accogliere contemporaneamente 50 mila persone, ma si tratta di una manifestazione, è stato spiegato, di «carattere dinamico e la gente non resta in uno stesso punto per tutta la durata dell’evento». Sul palco non ci sarà solo la musica, ma "saranno presenti - hanno spiegato gli organizzatori - le più importanti realtà in lotta su e giù per l’Italia: dai No Tav e No Triv ai No Tap. Le donne, poi, avranno un ruolo centrale sul palco: da quelle in prima linea per denunciare l’inquinamento, come le mamme di Brescia e le Donne per Cornigliano, determinanti per la chiusura dell’area a caldo dell’Ilva di Genova, a quelle che in Kurdistan hanno dovuto imbracciare il fucile per la libertà propria ma anche dei popoli europei».

E’ previsto un intervento del direttore del giornalista Marco Travaglio e di parlerà anche di immigrazione e femminicidi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MEDIAGALLERY

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 
Le Pink Bari volano in finale per lo scudetto

La Primavera della Pink Bari vola in finale per lo scudetto

 
Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

 
Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

 
Le emozioni di Vasco:Il meglio del sold out al San Nicola di Bari

Le emozioni di Vasco: il meglio del sold out al San Nicola di Bari

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

La corsa notturna Vd
della «Gazzetta»
torna la Bari Night Run

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

Corri la sera con la «Gazzetta»: il 29 giugno c'è la Bari Night Run Video

 
Taranto, truppe schierate sul Mar Piccolo: ecco la Battaglia tra Normanni e Bizantini

Taranto, ecco sul Mar Piccolo la Battaglia tra Normanni e Bizantini

 
Bari, treni in ritardo fino a due ore: l'attesa dei passeggeri sui piazzali della stazione

Bari, treni in ritardo fino a due ore: l'attesa dei passeggeri sui piazzali della stazione

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Dazi, Trump: altri 200 mld se Cina reagisce

Dazi, Trump: altri 200 mld se Cina reagisce

 
Italia TV
Stadio Roma, oggi vertice Raggi-M5s in Campidoglio

Stadio Roma, oggi vertice Raggi-M5s in Campidoglio

 
Calcio TV
Mondiali: Inghilterra batte Tunisia 2-1, oggi Russia-Egitto

Mondiali: Inghilterra batte Tunisia 2-1, oggi Russia-Egitto

 
Notiziari TV
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Economia TV
Il 2% degli europei "svapa"

Il 2% degli europei "svapa"

 
Spettacolo TV
Rifugiati di ieri e di oggi

Rifugiati di ieri e di oggi

 
Meteo TV
Previsioni meteo per martedi', 19 giugno 2018

Previsioni meteo per martedi', 19 giugno 2018