Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:33

Indigena messicana si pratica il cesareo da sola

Sola sulla montagne del Messico meridionale, Ines Ramirez Perez, 40 anni, si è praticata un taglio cesareo ed ha dato alla luce un bambino. Mamma e figlio sono in buone condizioni
CITTA' DEL MESSICO - Sola sulla montagne del Messico meridionale, Ines Ramirez Perez, una donna indigena di 40 anni alta poco più di un metro e mezzo, si è praticata un taglio cesareo ed ha dato alla luce un bambino, chi si trova in buone condizioni. La donna, che tre anni prima aveva dato alla luce un bambino morto, era in preda alle doglie e temeva di perdere il bambino. «Mio marito non era in casa, non abbiamo telefono e la clinica più vicina è ad 80 chilometri. Allora ho disinfettato il coltello per ammazzare i maiali ed ho fatto nascere il bambino», ha detto la donna ai medici dell'ospedale di San Pablo Huixtepec, nello stato meridionale di Oaxaca, che la ascoltavano increduli.
«Non sopportavo più il dolore, ho pensato che il bambino sarebbe morto e che anch'io sarei morta. Allora mi sono fatta coraggio pensando che Dio mi avrebbe aiutata», ha detto Ines Ramirez. I medici dell'ospedale di Oaxaca hanno definito il parto «un miracolo moderno». «E' incredibile, questa donna si è praticata un cesareo senza anestesia e sia lei che il bambino sono sopravvissuti», ha detto il dottor Honorio Galvan, il chirurgo che ha prestato i primi soccorsi alla donna. Il miracoloso parto è stato pubblicato dall'International journal of gynecology and obstetrics.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione