Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 10:58

Usa - Gemelli, stesso Dna ma solo uno è lo stupratore

Solo due persone al mondo possono avere stuprato una studentessa universitaria aggredita nel 1999 nel Michigan. Ma non si riesce a risolvere il caso: i due sospetti sono fratelli gemelli ed hanno lo stesso codice genetico
WASHINGTON - Solo due persone al mondo possono avere stuprato una studentessa universitaria aggredita nel 1999 nel Michigan. Ma la polizia di Grand Rapids non riesce a risolvere il caso: i due sospetti sono fratelli gemelli ed hanno lo stesso codice genetico.
Lo sperma lasciato dal violentatore nel corpo della vittima ha permesso agli agenti di ridurre la lista dei sospetti a due persone: Tyrone e Jerome Cooper.
Entrambi sono in carcere. Il primo per molestie sessuali, il secondo per una rapina. Gli esami di laboratorio hanno portato inizialmente la polizia sulle tracce di Tyron: il suo codice genetico era identico a quello dello stupratore.
Ma la situazione si è complicata dopo la scoperta che anche Jerome Cooper potrebbe avere commesso lo stupro. I due, che si rifiutano di collaborare con la polizia, si trovavano entrambi nell'area dove è stata commessa la violenza sessuale. Nessuno dei due ha un alibi.
La studentessa, che è stata aggredita da una sola persona, non ha visto in faccia il suo violentatore. E del resto i due gemelli sono molto simili anche nell'aspetto.
Lo stupratore non ha lasciato impronte digitali. Le impronte, anche nel caso dei gemelli identici, sono diverse per ogni persona.
I poliziotti, dopo avere appreso che sono state scoperte di recente minuscole variazioni anche nei codici genetici di gemelli identici, stanno cercando di sapere dalla scienza se è possibile trovare un metodo per identificare lo stupratore tra tra i due gemelli Cooper.
Ma gli agenti hanno appreso che si tratta di metodi non ancora ritenuti attendibili dal mondo scientifico, che comportano lunghe e complessi esami, e che non sono ancora riconosciuti dalla giustizia criminale e quindi non presentabili in tribunale come prova.
Il caso dei fratelli Cooper non è unico. In Virginia due diversi crimini sono stati attribuiti, attraverso esame DNA dei campioni lasciati dai criminali, a due coppie di gemelli identici. In un caso il gemello era già in carcere al momento del crimine e quindi è stato arrestato l'altro.
Gli inquirenti sono stati alle prese in Texas con lo stupro di una bambina di nove anni. Anche in questo caso i test DNA avevano ristretto la indagine a due fratelli gemelli. Uno dei due aveva accettato di sottoporsi alla prova della 'macchina della verita». Dopo avere fallito l'esame aveva però confessato di essere lui il responsabile.
Dal 1992 l'FBI ha creato una banca dati raccogliendo i codici genetici delle persone arrestate per i crimini più gravi. Sono stati accumulati i profili genetici di oltre 1,7 milioni di persone. Gli archivi comprendono anche il materiale genetico di 80 mila casi non ancora risolti.
Cristiano Del Riccio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione