Cerca

Tragedia nel più grande lago sotterraneo d'Europa

A Hinterbruehl (Austria) l'imbarcazione carica di turisti si è rovesciata per cause ignote provocando la morte per annegamento di cinque anziani passeggeri
VIENNA - La "romantica escursione" nel più grande lago sotterraneo d'Europa a Hinterbruehl, una ventina di km. a sud di Vienna, si è trasformata oggi in tragedia quando l'imbarcazione carica di turisti si è rovesciata per cause ignote provocando la morte per annegamento di cinque anziani passeggeri.
Le vittime sono quattro tedeschi, tra i quali tre donne, ed una belga, in età comprese tra i 60 ed i 77 anni. Un torpedone di turisti tedeschi proveniente dalla zona di Aquisgrana (Germania occidentale) era arrivato questa mattina a Hinterbruehl per la gita sulle acque del "lago sotterraneo più grande d'Europa". La "Seegrotte" è una ex miniera di gesso invasa dalle acque a causa di un incidente nel 1912 e dagli anni '30 del secolo scorso usata come attrazione turistica. Durante la guerra fu requisita dalle autorità naziste che prosciugarono il lago con le pompe e vi istallarono una succursale del campo di concentramento di Mauthausen. Essa serviva a alloggiare soprattutto quei prigionieri destinati ai lavori coatti nella fabbrica di armi e aerei a reazione allestita sottoterra dai nazisti per evitare che venisse distrutta dai bombardamenti degli Alleati.
I depliant turistici parlano di "romantica escursione" sul lago, che misura 6.200 mq di superficie ed è illuminato dal basso a luce artificiale. Cosa sia realmente successo questa mattina non è chiaro: ad un certo punto la barca a motore elettrico e fondo piatto lunga 7,9 metri e larga 1,5 m, pesante 1,5 tonnellate e abilitata a portare 2,2 tonnellate di carico, si è rovesciata scaraventando in acqua tutte le 29 persone che aveva a bordo, compreso il pilota. Nel luogo dell'incidente la profondità non era eccessiva, 1,20 metri, mentre la temperatura dell'acqua era di 11 gradi, hanno reso noto nel pomeriggio i soccorritori. La maggior parte dei passeggeri, passato lo spavento, si è messa a camminare verso l'imbarcadero distante circa 150 metri. Alcuni turisti sono però rimasti intrappolati sott'acqua a causa delle ringhiere di protezione della barca. I soccorsi sono arrivati troppo tardi, i cinque sono stati recuperati dai vigili del fuoco, mentre il lago sotterraneo è stato chiuso al pubblico per permettere agli investigatori di capire cosa è successo.
La società di gestione della "Seegrotte" di Hinterbruehl ha assicurato attraverso un portavoce che finora non c'era mai stato nessun incidente tra i dieci milioni di visitatori del lago sotterraneo (250 mila turisti lo scorso anno, provenienti da tutto il mondo) e che da poco c'era stata una ispezione dei responsabili regionali per la sicurezza sul lavoro.
Gaetano Stellacci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400