Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 21:31

Sonia Gandhi rinuncia a governare l'India

La sua decisione è stata dettata dalle pressioni degli avversari politici che non accettano che una donna di origine «straniera» possa diventare premier dell'India. I sostenitori dell'italiana Sonia
NEW DELHI - Sonia Gandhi ha deciso di rinunciare a essere primo ministro dell'India. Lo ha annunciato un responsabile del Partito del Congresso. La decisione è stata dettata dalle pressioni dell'opposizione degli avversari politici. In Tanti, come Uma Bharti, leader dei ministri del Madhya Pradesh (della destra nazionalista indu), hanno minacciato le dimissioni se una «straniera» come Sonia Gandhi diventerà premier dell'India. Affermano di non poter accettare che una donna di origine italiana, guidi il loro Paese.


A questo punto è presumibile che sia l'ex ministro delle Finanze, Manmohan Singh, il prossimo premier indiano. Lo hanno detto fonti del partito alla televisione Ndtv, sottolineando che Singh è un veterano delle riforme.

PER SAPERNE DI PIU':
Scheda - Chi è Sonia Gandhi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione