Cerca

Nassiriya - Scontri tra miliziani e sicurezza

I militari italiani stanno controllando la situazione. Secondo le prime informazioni ci sarebbero un paio di feriti. Pare anche che uomini armati siano entrati nel palazzo del governatore iracheno, Sabri Rumaiadh
ROMA - «Ci sono uomini armati a Nassiriya, all'altezza di uno dei tre ponti della città. Non è ancora chiaro che intenzioni abbiano. I militari italiani stanno controllando la situazione». Solo queste le scarne informazioni che arrivano dal comando del contingente italiano in Iraq.
Gli uomini armati, si trovano nella zona della base Libeccio, un tempo occupata dai militari italiani e, attualmente, sede di una centrale operativa delle forze di polizia irachene.
Secondo fonti dello Stato Maggiore della Difesa, si tratterebbe di un centinaio di miliziani armati che si trovano nei pressi del ponte centrale di Nassiriya, dove si trova anche la sede del governatore iracheno e alcuni uffici della polizia locale.
I militari italiani stanno controllando la situazione. Andrea Angeli, portavoce della Cpa (l'autorità provvisoria della coalizione), sottolinea che «la situazione è fluida. Da quello che ci risulta uomini armati sono anche entrati nel palazzo del governatore iracheno, Sabri Rumaiadh».
«Ci sono stati tafferugli - prosegue Angeli - tra gli addetti alla sicurezza del governatore e questi miliziani. Secondo le prime informazioni ci sarebbero un paio di feriti. Assembramenti di uomini armati vengono registrati anche in altre zone della città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400