Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 17:05

Iraq - Uccisi due giornalisti, polacco e algerino

Confermato da fonti polacche l'agguato all'auto a bordo della quale viaggiava la troupe delle televisione polacca Tvp. Ferito anche un cameraman polacco
LATIFIYA (IRAQ), 7 maggio - IRAQ: GIORNALISTI POLACCHI, AUTO SALTATA SU MINA MORTA STAR DELLA TV, CONFERMA TVP (ANSA) - VARSAVIA, 7 APR - E' saltata in aria su una mina la vettura con a bordo due giornalisti, una star della televisione polacca e il suo montatore, uccisi oggi a sud da Baghdad, vicino a Latafia. Lo hanno riferito fonti americane a Varsavia.
Mentre la televisione polacca ha confermato che il giornalista polacco morto è Waldemar Milewicz, 48 anni, noto corrispondente della TVP, che negli ultimi anni ha lavorato molto in diversi posti del mondo ad altissimo rischio, dalla Cecenia, ai Balcani, al Ruanda. L'altro rimasto ucciso era un algerino-polacco, Mounir Bouamrane, di circa trent'anni, che lavorava come suo montatore.
Il cameramen Jerzy Ernst è rimasto ferito.
«Secondo la notizia comunicata oggi dal comando americano al generale Mieczyslaw Bieniek, il comandante della divisione multinazionale, la macchina che portava i due giornalisti della equipe televisiva uccisi stamattina ha incontrato una mina» ha detto l'incaricato d'affari dell'ambasciata polacca a Bagdad, Tomasz Gielzecki.
Questa versione dei fatti non corrisponde alla relazione di Assir Kamel al-Kazzaza, la guida irachena, che ha dato la prima notizia sui morti in seguito all'attacco da parte delle persone sconosciute. Secondo la guida, i due sono giornalisti sono stati uccisi con colpi d'arma da fuoco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione