Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:30

storie di successo

«Con Nau! abbiamo creato
gli occhiali "moda veloce"»

Parlano Brogi e Salvestrin: il marchio, in elfico, significa «idea»

«Con Nau! abbiamo creatogli occhiali "moda veloce"»

Venera Elisa Fichera

Nella sede di Castiglione Olona (Varese), secondo distretto italiano di occhialeria, in un magnifico spazio di archeologia industriale, abbiamo incontrato Fabrizio Brogi e Monica Salvestrin, rispettivamente presidente e direttore creativo di NAU!, brand di occhialeria “fast fashion” con negozi monomarca estesi su tutto il territorio nazionale e internazionale.

Il marchio NAU!, nome che nel linguaggio elfico significa “idea”, vanta attualmente circa 130 punti vendita nel mondo, ha chiuso il 2016 con un fatturato pari a 30 milioni di euro mentre continua il suo percorso di internazionalizzazione.

Quando nasce NAU!?

«Nau! nasce nel dicembre del 2005 e - spiegano Brogi e Salvestrin - nel 2008 ci era già chiaro il riscontro positivo della nostra formula. A oggi abbiamo inaugurato circa 130 punti vendita nel mondo, in particolare in Italia, due a Madrid, uno a Barcellona, tre a Nuova Dehli, un corner a Miami e attendiamo nuove aperture a breve in tanti altri Paesi».

«La nostra formula è apprezzata a livello internazionale. Si tratta di un prodotto rivoluzionario per quanto riguarda lo stile e il design e per l’ottimo rapporto qualità/prezzo».

«All’estero siamo richiesti da chi per esempio, in vacanza in Italia, ha avuto modo di conoscere il nostro prodotto».

Perché avete scelto il settore dell’«eyewear»?

«In realtà ci siamo posti una semplice domanda da clienti: siamo contenti di quello che il mercato offre attualmente? Ci siamo accorti che l’occhialeria era un settore in cui mancava la formula “fast fashion”, già ampiamente presente nell’abbigliamento o nell’arredamento, per cui abbiamo pensato che la gente avesse voglia di “divertirsi” cambiando spesso anche le montature degli occhiali se proposti a prezzi non proibitivi».

«Inoltre abbiamo deciso di limitare la vendita solo ai nostri negozi monomarca per far vivere al cliente una shopping experience completa e gioiosa. Nei nostri punti vendita non amiamo parlare in termini medici dei problemi legati alla vista, noi offriamo l’opportunità di caratterizzare il viso con un bellissimo accessorio».

Qual è lo stile che caratterizza gli occhiali NAU!?

«Lo stile NAU! è caratterizzato da linee pulite e da colori pieni di energia. Un design frutto di uno studio attento dei trend, che reinterpretiamo, per quanto concerne forme, colori e materiali che, unito a una precisa analisi dell’ergonomia, dà vita a modelli belli da vedere e comodi da indossare».

«Ogni due settimane proponiamo collezioni nuove e in edizione limitata. Vogliamo proporre dei pezzi unici. Capita spesso, infatti, che ci chiedano dei modelli sold out (magari dopo solo tre giorni!) e noi ci troviamo costretti a rispondere: troppo tardi!»

Parliamo adesso della collezione PREZZO ZERO® legata a un tema molto importante per voi che è quello della sostenibilità.

«Sì, infatti per noi sostenibilità è anche sinonimo di prevenzione. Forte di questa premessa NAU! ha ideato la collezione PREZZO ZERO®, la prima e unica collezione di montature che non si paga presentando la ricetta del medico oculista. Questo vale tutto l’anno, tutti gli anni e su tutte le montature della collezione PREZZO ZERO®. Mediante questa linea NAU! finanzia la ricerca scientifica sostenendo il Premio di Ricerca Scientifica SOI–Associazione dei Medici Oculisti Italiani, assegnato ogni anno a un progetto di ricerca in campo oftalmologico, progettato e diretto da un medico oculista italiano su territorio italiano».

La sostenibilità, appunto, rientra nei vostri «Comandamenti».

«In generale noi evitiamo ogni forma di spreco e cerchiamo di eliminare le spese superflue. Creiamo occhiali in plastica riciclata fino al 96%, collezioni best seller rinnovate circa quattro volte l’anno ma prodotte solo in nero per cui, in questo caso, ci esprimiamo principalmente mediante le forme».

«NAU! è la prima marca di occhiali ad aver ricevuto, nel 2011, una certificazione di basso impatto ambientale, ossia la Certificazione Ambientale UNI EN ISO 14001, che fissa i requisiti di un sistema di gestione ambientale corretto nei confronti della natura, e la Certificazione ISO 9001».

«Anche quest’anno, poi, abbiamo rinnovato la collaborazione con Legambiente. Green, la collezione di occhiali da sole in plastica riciclata al 97%, accompagnerà ancora il team a bordo di Goletta Verde per proteggere gli occhi di chi protegge il nostro mare».

Come procedono le vendite nel Sud Italia?

«Per quanto riguarda l’Italia meridionale possiamo semplicemente dirvi che se le vendite dei nostri punti vendita nel Sud Italia, in particolare di quelli in Sicilia, fossero equivalenti in tutto il resto della penisola e nel mondo, potremmo permetterci il lusso di lavorare forse solo due o tre giorni la settimana! Abbiamo degli ottimi partner con cui andiamo d’amore e d’accordo. Lavorano tutti con elevati livelli di professionalità, gli incrementi sono decisamente notevoli».

venisafichera@gmail.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione