Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 19:07

La moda salentina
sfila a Parigi

Miceli: «Stile che seduce»

moda

La moda salentina e pugliese di «MadMood» conquista Parigi. Il format made in Lecce (che coniuga cibo, moda e turismo), dopo il successo della prima edizione lo scorso settembre a Palazzo Giureconsulti a Milano nel corso della Fashion week milanese, ha ammaliato nei giorni scorsi gli spettatori del «Red Défilé 2017» a Parigi: un evento internazionale di beneficenza organizzato dall’organizzazione «Ajila», che dal 2011 porta avanti campagne di sensibilizzazione su temi di interesse generale, principalmente nei settori dell’istruzione e della sanità. «Salva il cuore delle donne» è stato il titolo della serata che ha visto sfilare le case di moda di Paule Ka Paris, Paco Rabanne, Pierre Cardin, Armani e Céline.

E a portare sotto i riflettori il Salento nella terra di Macron ci ha pensato la leccese Marianna Miceli, ideatrice di MadMood. «Portare il Tacco d’Italia in questa serata di beneficenza accanto alle più grosse firme della moda mondiale è stato un onore - commenta Miceli - Dopo la partecipazione negli Stati Uniti e in Serbia per le Fashion Week locali, Mad Mood consolida la sua presenza nel mondo del fashion internazionale». «Ci tengo a sottolineare - aggiunge la promoter - che la partecipazione di MadMood a questo evento non è estemporanea ma è il primo passo verso l’organizzazione di MadMood #PugliaLifeStyle a Parigi, nel febbraio 2018».

Da organizzatrice a modella: la giunonica Miceli ha indossato uno stupefacente abito rosso fuoco firmato da «Fedra Couture», il marchio italiano nato dall’idea della giovane stilista salentina Federica D’Andria, vincitrice, con il suo abito ispirato al vino rosso, del «Premio Serbia Fashion Week» nell’edizione 2016 di Mad Mood Milano. «La vittoria di Mad Mood a settembre 2016 - spiega la stilista D’Andria - è stato un trampolino di lancio importante per me e per la mia linea di abiti, che hanno varcato il confine pugliese ed oggi sfilano sulle più importanti passerelle di moda».

Per la serata di beneficenza parigina, Marianna ha indossato un abito bustier steccato fino alla vita, in crepe in seta con gonna arricciata in georgette, sulla quale è stato applicato uno scintillante cuore di Swarovski autentici. Un abito interamente realizzato a mano, a partire dal taglio del cartamodello.

Continua così, costellato di eventi e collaborazioni internazionali, il percorso di avvicinamento alla seconda edizione di Mad Mood a Milano (il 22-23 e 24 settembre): «Sono mesi - conclude Marianna Miceli - che Mad Mood gira il mondo in cerca di collaborazioni e di talenti per l’edizione 2017, che, come di consueto, vedrà la partecipazione di artisti, professionisti, collaboratori e aziende salentini e pugliesi. Una splendida occasione di promozione territoriale in una vetrina ambita come quella della Fashion Week milanese».[da.pasto]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione