Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 02:09

moda

Il party del secolo ispira
la collezione inverno di Prada

si riassaporano gli anni '60 Fa scuola il «Black&White Ball» di Capote. Ricami a motivo floreale

Il party del secolo ispira la collezione inverno di Prada

Venera Elisa Fichera

Correva l’anno 1966 e, la sera del 28 novembre, nella Grand Ballroom del Plaza di New York, tra fiumi di champagne e hash di pollo, piatto forte del leggendario hotel, andava in scena «The Black&White Ball», iconico evento voluto dallo scrittore Truman Capote, e dedicato all’amica Katharine Graham, per celebrare la pubblicazione del suo romanzo «A sangue Freddo».

La lista dei cinquecento selezionati ospiti dell’alta società internazionale appare persino sul NY Times contribuendo al successo planetario del ballo che annovera tra i suoi ospiti, tra gli altri, i Kennedy, gli Agnelli, i Rockefeller, Andy Warhol e Frank Sinatra, Greta Garbo e Gina Lollobrigida, Mia Farrow e Marlene Dietrich, Lauren Bacall e la modella Penelope Tree che notata da Avedon e Beaton, maestri della fotografia di moda, grazie alla sua mise da sensuale strega assurge al rango di icona Pop, «hot, hot, hot, smart, smart, smart», per usare le parole di John Lennon.

The Party of the Century, il party del secolo, scorso, ha contribuito in maniera determinante alla creazione del mito dell’High Society Style, con le sue regole di eleganza e una classe destinata a durare nel tempo.

Nell’inverno 2016, per una New Year's Eve modernamente ispirata al Black&White Ball, i «Cigni» dei nostri giorni, così Capote amava soprannominare le sue amiche-muse, indossano lussuosi abiti Prada in sablé nero con ricami bianchi a motivo floreale, creazioni black&white asimmetriche di Issey Miyake, derivate dagli origami, oppure preferiscono far cucire il loro strepitoso ballgown dai topini di Cenerentola che ripongono «Ago e Filo» nella deliziosa minaudière Chanel di rosso laccata.

Niente scarpette di cristallo, ai piedi scintillano, tra polvere di stelle, le paillettes delle sneaker Traditional 20.15 Club Edition di Hogan, brand Re del casual luxury Made in Italy, mentre i loro sguardi sono celati dai sunglasses Miu Miu in cui reminiscenze rétro rivisitate in chiave avanguardistica contaminano una montatura dall’ampio frontale «a gatto» su cui brillano pietre e castoni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione