Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 01:10

tendenze

Nell'armadio non può
mancare il pigiama

gucci

ROMA - Nel nuovo guardaroba della stagione autunno/inverno i pantaloni sono il capo vincente, nelle soluzioni pigiama, smoking e «pantailleur».
Si comincia con il pigiama, che già alcuni stilisti lo avevano proposto già nelle scorse stagioni, ma che trovano conferma con le sfilate dell’ultima Milano Fashion Week. Il pigiama è entrato a pieno diritto nel guardaroba da giorno e non solo nel week end o per ricevere in casa già da qualche tempo. Ma anche per essere indossato in ufficio o all’ora dell’aperitivo, nel suo essere versatile se giocato con accessori giusti, come i tronchetti o le pantofole, che fanno relax da camera tra le mura di casa o in un romantico giardino nascosto, sostituendo le décolleté e le ballerine, come insegnano Gucci e Balengiaca. Lo stile «Pajama party», con i suoi completi posh dal taglio maschile, sembra essere la nuova conquista della voglia di essere comfort con tocco chic. Come ha suggerito per prima l’icona di stile Kate Moss, che ha postato su Instagram una foto che la vede in Turchia con addosso un pajama suit a righe bianche e nere. E come ancora prima della super modella britannica, fece Coco Chanel negli anni Venti, sfoggiando in pubblico raffinatissimi pigiami di seta.

Ma dopo il pigiama fantasia dell’estate la scelta per la stagione autunnale ricade su forme ampie ritagliate in tessuti preziosi, come la seta o il pregiato velluto liscio. Il completo mannish viene così destrutturato o sostituito con un fit più ampio e morbido. Il capospalla d’eccezione è una sofisticata vestaglia sartoriale, più o meno lunga, che prende il posto della giacca o del trench, Calvin Klein Collection e Balenciaga. Protagonisti il pajama-tailleur di Stella McCartney e quello floreale di Giorgio Armani. C'è spazio anche per lo slip-dress con spalline sottili e lunghezza midi. E se l’underwear diventa outerwear, il sotto del pigiama sono le camicie rubate alla lingerie: ecco che la casacca del pigiama si indossa di giorno, dentro o fuori ai pantaloni.
Era ormai qualche stagione che il tuxedo era scomparso dagli armadi. Ma la moda di questo autunno/inverno ha riscoperto il classico abito da sera maschile rivisitato per le signore da Yves Saint Laurent nel 1966. Un capo interpretato perfettamente dalla musa del grande stilista, Catherine Deneuve. Il nuovo trend pare sia stato subito individuato e adottato dalle giornaliste della moda presenti alle ultime grandi sfilate che lo hanno indossano come completo passepartout per essere sempre perfette, dal mattino a notte fonda.

Il marchio Antonelli Firenze lancia il completo con pantaloni che ribattezza «pantailleur», ovvero, una rivisitazione del classico tailleur con pantaloni, per farne un completo adatto a tutte le occasioni della giornata, binomio perfetto di praticità ed eleganza, con le sue varianti. E’ sportivo se realizzata in lana grigio intenso, con bomber con dettagli in jersey e pantaloni d’ispirazione jogging, stretti alle caviglie. E' perfetto per il lavoro d’ufficio se in lana stampata in micro - fantasie maschili, con giacca mono - bottone e pantaloni morbidi. Si adatta ad un aperitivo se in lana grigia con giacca 4 bottoni e pantaloni con pences. Diventa una soluzione per la sera se in crepe di lana, con pantaloni a zampa d’elefante e giacca mono- bottone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione