Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 16:01

tendenze

Pitti Uomo n.90
una edizione speciale

Pitti uomo

ROMA - La prima edizione di Pitti Uomo si è tenuta nel febbraio del 1972, all’Hotel Villa Medici di Firenze, davanti a 43 aziende espositrici e 526 compratori, di cui 98 buyer esteri. A Pitti Uomo N.90, a Fortezza da Basso, da tempo fulcro del salone, stavolta con set firmato da Oliviero Baldini ispirato ai numeri (Pitti Lucky Numbers), saranno oltre 1219 le collezioni esposte (536 dall’estero) e oltre 20.000 i compratori attesi, dei quali 8.200 esteri. Ma oltre alla moda del salone (60 mq divisi in 15 sezioni) per l’edizione speciale per il 90/mo, prevista dal 14 al 17 giugno, con pre-apertura il 13 giugno dedicata al Centro di Firenze per la Moda Italiana, sono i programma eventi che vedranno protagonisti grandi nomi della moda come Raf Simons e Fausto Puglisi. Il 14 giugno sarà inaugurata a Palazzo Pitti la mostra fotografica Karl Lagerfeld - Visions of Fashion, a cura di Eric Pfrunder e Gerhard Steidl, prodotta da Fondazione Pitti Immagine Discovery e Gallerie degli Uffizi, con il supporto di Centro di Firenze per la Moda Italiana e Pitti Immagine, che ripercorre la carriera fotografica del couturier.

Raf Simons, innovatore della moda contemporanea ex direttore creativo di Dior, torna a Firenze con una progetto speciale che sarà presentato il 16 giugno con la sua collezione P/E 2017. Menswear Guest Designer è Gosha Rubchinskiy, designer russo che coniuga estetica delle culture giovanili post unione sovietica a inflessioni sportswear, dei mondi della fotografia e del cinema. Dal 2012 il brand è prodotto e distribuito da Comme des Garons. Il 15 giugno, Gosha presenterà la collezione P/E 2017 assieme a un progetto fotografico. Fausto Puglisi è il Pitti Italics Special Event. Classe 1976, nato a Messina, esperienze negli Usa, a Milano e a Parigi. La sua visione riflette il contrasto tra le origini italiane e la fascinazione per la cultura americana. Puglisi lancerà in anteprima la sua prima capsule per uomo che sarà presentata assieme alla Resort donna 2017.

Cartier presenta tra le mura di un palazzo di Firenze del XV secolo, l’orologio Drive. Designer Project è Visvim, linea maschile di Hiroki Nakamura, fondatore e stilista del brand giapponese, che attinge da elementi workwear di matrice americana rinnovati attraverso un design high-tech. Il 16 giugno, Nakamura proporrà il suo marchio Visvim in forma di performance e un’installazione all’interno del salone. Altro Pitti Italics Lucio Vanotti. Bergamasco, classe 1975, è stato tra i finalisti di Who is on Next? Uomo. Ha esordito sulle passerelle di Milano nel gennaio scorso, sfilando al Teatro Armani di via Bergognone. Know how sartoriale e purismo delle forme nel suo stile unisex.

A Pitti Italics evento speciale anche con la sfilata di Sansovino 6, progetto ponte tra Pitti Uomo e Pitti Filati, all’insegna del connubio tra ricerca e moda: protagonista sarà il brand fondato dal designer americano Edward Buchanan, milanese d’adozione, considerato uno dei talenti della moda donna e della maglieria. Poi c'è l’VIII edizione del concorso Who is on next? promosso da Pitti Immagine Uomo, Altaroma e L’Uomo Vogue, realizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery.

Nel salone torna Pal Zileri, che presenta la linea Lab. Isko, maggiore produttore di denim globale e partner dei marchi più prestigiosi della moda, partecipa per la prima volta a Pitti con un innovativo percorso alla scoperta del denim del futuro: nella Sala delle Grotte, con «The winner cellar - A selection of talents and denim innovation by Isko» che offre un’esperienza delle tecnologie denim assieme a una panoramica sul progetto educativo Isko I-Skool con i giovani talenti delle scuole di moda. Fred Perry presenta la sua main collection ad I Play, i progetti speciali: da quello in collaborazione con la Amy Winehouse Foundation alla Lauren Wreath Collection, fino ai co-branding con Raf Simons e con Art Comes First. A Shirt A Star: Xacus festeggia 60 anni con L’Uomo Vogue e GQ Italia il 14 giugno a Palazzo Budini Gattai, con un evento che coniuga il mondo della camicia a quello del cinema. (di Patrizia Vacalebri, ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione