Cerca

Le auto incendiate

Scanzano, i roghi della mala
ora indaga anche la Dda

L'ex sindaco Jabobellis avrebbe fatto i nomi di chi lo ha intimidito

Terrore e auto incendiateecco l'inferno di Scanzano

SCANZANO JONICO - Direzione distrettuale antimafia (Dda) in campo dopo l’incendio doloso che alle 3.08 di lunedì ha distrutto quattro auto, tra cui quella dell'ex sindaco Salvatore Iacobellis (Pd), danneggiandone altre, in via Scotellaro, davanti al Municipio. Il rfgo sarà oggi, dalle 18, al centro del Consiglio comunale aperto convocato per discutere su “Sicurezza e legalità del territorio”. E tante le dichiarazioni di solidarietà all'ex primo cittadino. Ma andiamo con ordine. Iacobellis è stato ascoltato nella sede della Dda, a Potenza. Da quel che è trapelato pare che egli abbia fatto nomi e cognomi di coloro che sin dalla sua prima elezione a sindaco, 10 anni fa, hanno messo in atto intimidazioni nei suoi confronti al fine di favorire le cosche malavitose. E sono stati 10 anni di incendi dolosi notturni ad attività agricole, turistiche, artigianali, rimaste senza colpevoli. Toccherà ai magistrati trarre conclusioni. Se ci saranno. Le indagini dei carabinieri, intanto, continuano serrate. Sono state analizzate le carcasse delle auto per recuperare tracce nel mentre si sta studiando l'innesco delle fiamme. Non escluse novità, quindi, sia sul fronte giudiziario sia su quello investigativo. L'inferno di via Scotellaro, inoltre, potrebbe aver accelerato l'ubicazione nel centro jonico di una Caserma dell'Arma. La vice sindaca Maria Giovanna Merlo ha annunciato che l'ex Commissariato di Polizia, in via Leopardi, è stato sgombrato, a proposito, dagli abusivi. E tanta la solidarietà verso Iacobellis. Il presidente della Regione, Marcello Pittella, ha lanciato un appello «alle forze democratiche per una mobilitazione civile rivolta a rafforzare il senso di comunità ed il valore della giustizia». L'on. Cosimo Latronico ha informato di aver assunto “iniziative parlamentari perché la questione della sicurezza e dell'ordine pubblico a Scanzano e nel Metapontino siano al centro di «una rinnovata azione delle forze dell'ordine e delle autorità giudiziarie». Solidarietà anche da Giuseppe Maiuri, di Policoro Futura; da Angelo Festa, presidente dell’associazione “Famiglia e Sussidiarietà”; e da Pancrazio Tedesco, vice presidente del Forum giovani della Basilicata. Standing ovation, infine, per lo stesso ex primo cittadino nel corso dell'incontro del Pd di Basilicata convocato giovedì sera nel Palazzaccio baronale dal segretario provinciale, Pasquale Bellitti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400