Cerca

A Matera tra buche, tombini e lapidi accatastate

Più decorosi i cimiteri
ma ci sono delle carenze

Più decorosi i cimiteri ma ci sono delle carenze

di Donato Mastrangelo

MATERA - In migliaia, già dai giorni scorsi, hanno reso omaggio ai defunti al cimitero nuovo di contrada Pantano e a quello monumentale di via IV Novembre deponendo fiori per i propri cari. Particolarmente sostenuto, come nelle previsioni, l’incedere ossequioso ai luoghi di culto nella giornata di ieri Ognissanti, così come oggi 2 novembre data della ricorrenza della Commemorazione dei Defunti.

Le due strutture, dove in passato c’erano situazioni di degrado non certo consone al rispetto del luogo, dopo i vari interventi di riqualificazione che si sono succeduti negli ultimi, già a partire dalla precedente Amministrazione comunale, evidenziano indubbiamente un aspetto più decoroso.

Permangono, tuttavia, delle carenze sulle quali occorrerebbe porre mano. Interventi più corposi andrebbero effettuati al cimitero monumentale anche considerando la vetustà dei fabbricati che custodiscono i loculi. In questo caso, come testimoniano anche le immagini, si rendono urgenti, su alcuni blocchi, almeno dei lavori di manutenzione in grado di rimuovere cornicioni pericolanti a causa di crepe e presenza di erbe infestanti nella parte della copertura.

Il cantiere situato nella parte centrale meriterebbe sicuramente una maggiore cura almeno per quella copertura di vecchie lapidi occultata in modo approssimativo con dei grossi teli protettivi in nylon.

Quanto al cimitero nuovo di via Pantano si nota una maggiore attenzione per lo sfalcio delle erbacce e la potatura degli alberi.

Restano situazioni che vanno decisamente migliorate a partire dalla pavimentazione ormai sconnessa e quindi instabile in più punti. In corrispondenza del quinto gruppo loculi, inoltre, c’è una profonda buca coperta soltanto da una pedana in legno sulla quale è posto un pezzo di marmo. L’avevamo notata, identica, lo scorso anno. Nelle vicinanze di alcuni loculi qualcuno ha anche pensato bene di disfarsi senza troppi scrupoli di residui di calcinacci, mentre una pila di mattoni forati fa bella mostra all’interno di una aiuola. Sono tutte situazioni, relativamente al conferimento dei rifiuti edili sui quali si rendono necessari controlli più stringenti, così come per residui di corone e cuscini che, in alcune circostante, non vengono del tutto smaltite correttamente. Stesso discorso va fatto per gli scarti delle potature accatastati in alcune aree poste in entrata sul lato sinistro.

nella struttura cimiteriale di Pantano vanno poi sistemate alcune vecchie griglie metalliche per il deflusso delle acque e coperti diversi tombini. Sono state realizzate alcune rampe di collegamento tra alcuni blocchi di loculi ma per l’accesso ai diversamente abili restano ancora da effettuare una serie di interventi che eliminino le barriere architettoniche. È stato invece potenziato il numero dei cestini e dei cassonetti per i rifiuti.

Intanto da circa un mese sono in corso i lavori per il quattordicesimo gruppo di locali, secondo lotto. L’intervento dovrebbe essere ultimato entro il 5 marzo 2017.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400