Cerca

Dalla Calabria in Basilicata

Il Papa nomina Caiazzo
nuovo vescovo di Matera

Don Giuseppe Caiazzo è nato a Isola di Capo Rizzuto il 4 aprile 1956. Ordinato sacerdote il 10 ottobre 1981, guida la parrocchia «san Paolo apostolo» di Crotone. «Vengo per stare in mezzo a voi»

don caiazzo

CITTA' DEL VATICANO - Papa Francesco ha nominato arcivescovo di Matera-Irsina il rev. Antonio Giuseppe Caiazzo, del clero dell’arcidiocesi di Crotone-Santa Severina, finora parroco e vicario episcopale per il clero e la vita consacrata. Lo riferisce il Bollettino della Santa Sede.

Ad annunciare la nomina del rev. Caiazzo è stato, in Duomo, l’arcivescovo di Crotone Santa Severina mons. Domenico Graziani.
Don Giuseppe Caiazzo è nato a Isola di Capo Rizzuto il 4 aprile 1956. Ordinato sacerdote il 10 ottobre 1981, guida la parrocchia «san Paolo apostolo» di Crotone.

«Vengo in mezzo a voi come pastore, per stare in mezzo al gregge, secondo il ministero che mi compete, ammaestrando, ma soprattutto amando e condividendo quell'umano che si manifesta nella quotidianità». Lo ha detto il nuovo vescovo nominato di Matera-Irsina, Antonio Giuseppe Caiazzo, rivolgendosi agli abitanti della Diocesi alla quale è stato destinato dalla Santa Sede.
Dopo l’annuncio della nomina di don Pino, l’arcivescovo di Crotone - Santa Severina, mons. Domenico Graziani ha dato lettura della comunicazione inviatagli dal nunzio apostolico tra gli applausi delle tante persone che hanno gremito le navate. "Sì voglio stare in mezzo a voi - ha proseguito don Caiazzo - come colui che serve con la consapevolezza dell’Evangelii Gaudium, guardando alle periferie esistenziali, come Papa Francesco insistentemente ci insegna».

Il nuovo vescovo nominato ha avuto parole di ringraziamento per tutti, rilevando di aver attraversato, nei giorni scorsi, a causa di una deviazione, buona parte del territorio di Matera, nel suo viaggio da Crotone verso Roma, lì convocato dal Nunzio Apostolico e prima ancora che gli venisse comunicata la destinazione. «Dopo ho letto il tutto - ha detto don Pino - come provvidenziale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400