Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 02:32

Sindaco di Matera a Renzi «Essenziali deroghe»

Sindaco di Matera a Renzi «Essenziali deroghe»
MATERA – Sono "essenziali" le "deroghe per garantire l’utilizzo corretto e tempestivo dei flussi finanziari che il Governo nazionale, l’Unione europea e la Regione Basilicata hanno attribuito e attribuiranno alla città per realizzare interventi, servizi e attività legati al suo raggiunto ruolo internazionale" in vista di Matera 2019 Capitale europea della Cultura.
Lo scrive il sindaco, Raffaello De Ruggieri, in una lettera inviata al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a cui ha rivolto un "invito pressante a concordare un incontro propedeutico al comune lavoro che ci attende e per poter programmare una visita a Matera non come circostanza cerimoniale ma come necessario momento di conoscenza di una città che vive l'ambizione di divenire europea".

Per De Ruggieri, "il progetto europeo di Capitale della Cultura si innesta, oltre che per le attività culturali, in un Piano di sviluppo del territorio interessato. Questa finalità non può essere raggiunta nell’attuale condizione normativa della mia città, perchè ostaggio indifeso del Patto di stabilità, dei vincoli di assunzione, dell’assenza di infrastrutture materiali e immateriali e nella scarsa appetibilità delle sue aree produttive. Ritengo quindi che l’opportunità concessa alla città di Matera debba tradursi in un sano modello di sviluppo per l'intero Mezzogiorno, per la cui attuazione sono indispensabili le deroghe e i provvedimenti racchiusi nell’ordine del giorno" approvato la settimana scorsa in un Consiglio comunale aperto.

In un’altra lettera al Ministero dei Beni culturali, Dario Franceschini, il sindaco ha evidenziato "l'attenzione rivolta alla mia città attraverso la disposta erogazione di 28 milioni di euro (previsti dalla Legge di stabilità per i prossimi quattro anni) finalizzati a garantire il suo raggiunto ruolo europeo. Il finanziamento concesso diviene strumento concreto per la costruzione di quel meridionalismo vincente che la comunità materana vuole esprimere nelle azioni e nelle visioni che dovrà cogliere. In questa prospettiva di costruzione di un Mezzogiorno che funziona e non si lamenta, la presenza" di Franceschini "nella mia città diviene essenziale non solo per operare un diretto riscontro delle iniziative in atto, ma soprattutto per avere" il Ministro "anche come protagonista-costruttore di questa visione di futuro che vorrei insieme costruire vorrei realizzare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione