Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:16

Matera-Bari, sì al raddoppio della linea ferroviaria

Matera-Bari, sì al raddoppio della linea ferroviaria
di PIERO MIOLLA

MATERA - Raddoppio e potenziamento della direttrice ferroviaria Bari-Matera: c’è l’ok della Regione Puglia allo schema di protocollo d’intesa con la Regione Basilicata. Si tratta di un importante risultato in vista dell’implementazione e rafforzamento del ventaglio di infrastrutture da e per Matera, dopo la designazione della città dei Sassi a Capitale Europea della Cultura 2019.

Secondo il protocollo, attualmente all’attenzione della Regione Basilicata per la relativa approvazione, le due regioni s’impegnano a reperire, nell’ambito della programmazione 2014-2020, delle risorse finanziarie per gli interventi prioritari per lo sviluppo dell’infrastruttura: per il protocollo verrà costituito un tavolo tecnico di coordinamento con le Regioni e le Fal (Ferrovie Appulo Lucane). «Si tratta di una notizia importantissima – ha commentato l’assessore regionale alle infrastrutture, Aldo Berlinguer – e di un fatto estremamente positivo: ritengo, infatti, che sia importante unire le forze e dare corso ad una programmazione comune sui fondi europei e potenziare il collegamento da Bari a Matera. Si tratta, peraltro, di una impostazione già largamente battuta in passato che, però, non ha avuto eguale fortuna, perché alla fine degli anni ’90 simili protocolli erano già stati siglati ma non sono stati adempiuti. Spero che questa sia la volta buona per gettare le basi di una mobilità al passo con i tempi, che consenta a Matera di avere i collegamenti che merita».

Naturalmente l’obiettivo della Regione Basilicata è anche quello di potenziare gli altri collegamenti, ferroviari e non solo. «Certamente: non dobbiamo dimenticarci che a Matera debbono collegarsi anche tutti i territori più a sud dell’arco jonico. Pertanto, fermo restando che quanto fatto oggi dalla regione Puglia è un passo opportuno, ci sono anche altri temi che noi dobbiamo battere». Compresa la questione aeroporto. «Sì: in tal caso ribadisco che la nostra priorità resta Pisticci e la pista Mattei».

Concretamente adesso cambia? «Verrà avviato un tavolo, ma la finalità di questo protocollo è quella di reperire risorse anche attraverso una programmazione congiunta e condivisa da entrambe le Regioni in Europa. C’è poi la necessità di una strategia condivisa sul modo migliore per collegare, in termine di tempo e capacità, la Puglia e la Basilicata e, in particolare, Matera. Ripeto, però, che abbiamo una finestra anche più ampia che ci impone di occuparci pure di altre relazioni, ma questa è indubbiamente una buona notizia: presto anche noi approveremo una delibera di giunta omologa e sottoscriveremo questi accordi con la Puglia per dare corso ad una visione strategica comune: credo che le Regioni del sud abbiano bisogno di collaborazione e di una visione integrata della mobilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione