Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 23:41

Festa della Bruna a Matera edizione da record

Festa della Bruna a Matera edizione da record
MATERA – Una edizione da ricordare per le oltre centomila presenze: la 626/a "Festa della Bruna", la prima per Matera Capitale europea della cultura 2019, ha avuto anche un "concreto ritorno" sull'economia locale. E’ il commento del sindaco di Matera, Raffaele De Ruggieri, all’evento del 2 luglio, che ha richiesto un notevole impegno organizzativo. 

“E' stata – ha detto De Ruggieri – una edizione di collaudo positivo per la città, che ha avuto oltre centomila presenze, e con un ricadute concrete sul sistema produttivo. L'organizzazione non è stata messa in crisi aldilà di qualche piccola correzione, il livello è stato ottimo. Sono stato colpito dalla fattività, registrata da cittadine e cittadine che vivono la festa con passione, forza e ottimismo. Questo senso di fiducia per un futuro migliore è il termometro di una partecipazione che non potrò deludere. Ringrazio tutti dalle forze dell’ordine al comitato festeggiamenti, dai consigliere ai dirigenti comunali, dai commercianti a quanti hanno messo a disposizione spazi e servizi. E’ stata – ha concluso – una grande festa che si è tradotta nella devozione mariana, nella tradizione culturale di un patrimonio immateriale che andrebbe riconosciuto come patrimonio dell’Unesco”.

E su questo obiettivo intende lavorare anche il presidente dell’Associazione Maria Santissima della Bruna, Domenico Andrisani. “Mi piacerebbe che entro il 2019 – ha detto Andrisani – la Festa possa essere annoverata e riconosciuta come patrimonio immateriale dell’Umanità. Lo merita e ci sono le condizioni perchè ciò avvenga. Sono soddisfatto per l’edizione di quest’anno, che ha avuto momenti alti e interessanti come il ripristino della processione dei Pastori nei Sassi. Altro ancora si potrà fare con l’impegno di tutti, con l’apporto del pubblico e dei privati. E chiediamo di poter lavorare in migliori condizioni con una sede adeguata e funzionale, che superi i limiti e la precarietà dell’attuale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione