Cerca

Raptus di follia nel Materano 91enne massacra la moglie

Raptus di follia nel Materano 91enne massacra la moglie
di NICOLA PEPE
SAN MAURO FORTE (Matera) – Si è alzato con un pensiero questa mattina, un pensiero che gli ha ha fatto perdere la lucidità a tal punto da massacrare a bastoinate l'anziana moglie, mentre era ancora a letto. Protagonista della vicenda, il (quasi) 91enne di San Mauro Forte, paesino dell'hinterland materano, Giuseppe Faniello. L'uomo, che soffriva di crisi depressive ormai da tempo, pare che oggi si sia svegliato con il timore che la moglie, Maria Fantasia, 82enne, potesse un giorno fargli del male. Un timore che è diventato spaventosamente attuale: a questo punto l'anziano ha afferrato un bastone che era in casa e ha iniziato a colpire la moglie alla testa. Uno, due, tre e più colpi fino a quando la donna non ha perso conoscenza in un lago di sangue.

L'anziano omicida ha così chiamato una figlia che abita nelle vicinanze che, una volta raggiunta l'abitazione degli anziani genitori, si è resa conta della tragedia e ha telefonato al 118. Al loro arrivo i soccorritori non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna.

Nel frattempo erano stati allertati i carabinieri della locsale stazione e quelli della Compagnia di Tricarico. Gunti sul posto, i militari hanno trovato ancora l'omicida e il bastone insanguinato. Quando è stato accompagnato in caserma, l'uxoricida, che ancora non si rendeva conto del gesto commesso, continuava a ripetere il presunto movente: e cioè che la moglie poteva pensare di "fargli qualcosa". Da qui l'iniziativa di... prevenire tale rischio ed eliminarloi. Insomma, il suo sarebbe stato un raptus di follia dettato probabilmente anche dal suo stato di disagio psichico.

L'uomo, su disposizione del sostituto procuratore presso il tribunale di Matera, Salvatore Colella, è stato posto agli arresti domiciliari. Nelle prossime ore il magistrato conferirà l'incarico a un perito per l'autopsia.

Una famiglia tranquilla, rispettata e molto integrata nella comunità locale. I coniugi hanno tre figli (oltre alla donna che ha scoperto la tragedia, ci sono anche due fratelli, uno dei quali vive al Nord. Giuseppe Faniello, negli anni Ottanta è stato consigliere comunale nel suo paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400