Cerca

Qui Matera, lo scenario del remake di «Ben Hur» Cominciano le riprese

di CARMELA COSENTINO
MATERA - Le scenografie sono state montate e le comparse tra i vicoli degli antichi Rioni di tufo e gli attori hanno fatto le prime prove in costume. A Matera si respira di nuovo l’aria del grande cinema hollywoodiano. Intanto c’è attesa per l’arrivo della star Morgan Freeman, mentre l’attore Jack Huston (Boardwalk Empire), è già a Matera per il primo ciak, in programma domani, del film Ben Hur. Negli ultimi mesi si è parlato a lungo del remake del kolossal storico del 1959 (foto)
Qui Matera, lo scenario del remake di «Ben Hur» Cominciano le riprese
di Carmela Cosentino

MATERA - Le scenografie sono state montate e le comparse tra i vicoli degli antichi Rioni di tufo e gli attori hanno fatto le prime prove in costume. A Matera si respira di nuovo l’aria del grande cinema hollywoodiano. Intanto c’è attesa per l’arrivo della star Morgan Freeman, mentre l’attore Jack Huston (Boardwalk Empire), è già a Matera per il primo ciak, in programma domani, del film Ben Hur.

Negli ultimi mesi si è parlato a lungo del remake del kolossal storico del 1959. A dirigere il film, una produzione da 10 milioni di dollari, firmata Metro Goldwyn Mayer, sarà il regista kazako Timur Bekmambetov chiamato a dirigere oltre 2600 figuranti, 400 addetti alla produzione, e un cast stellare composto tra gli altri da Rodrigo Santoro già visto in pellicole come 300 e 300: L’Alba di un Impero che sarà Gesù, Nazanin Boniadi chiamata a dare il volto ad Esther, Pedro Pascal che sarà Ponzio Pilato. A Huston spetterà l’arduo compito di interpretare Giuda Ben Hur, ruolo ricoperto - nella pellicola originare diretta da William Wyler - da Charlton Heston in una delle interpretazioni più intense della sua carriera cinematografica.

Il cast sarà inoltre rinforzato, appunto, dalla presenza di Morgan Freeman, già premio Oscar per il film Million Dollar Baby chiamato a ricoprire il ruolo di Ilderim in questa nuova pellicola sceneggiata da John Ridley, vincitore nel 2014 del Premio Oscar con 12 anni schiavo per la miglior sceneggiatura non originale e la scenografa Naomi Shohan. Insomma un grande rilancio internazionale per l’immagine di Matera, Capitale europea della cultura per il 2019 che, dopo Il Vangelo Secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini e The Passion of Christ di Mel Gibson, torna ad essere la protagonista indiscussa della cinematografia mondiale.

Meno entusiasti sono i residenti dei Rioni Sassi che per un mese dovranno fare i conti con cambi di scena, con le regole del nuovo piano del traffico varato dall’amministrazione comunale, passaggi di plebei e soldati romani a cavallo e spostamenti della produzione che ha scelto come «campo base» Largo Madonna delle Virtù, nota ai materani come «Porta Pistola» dove, a poca distanza, in piazza San Pietro Caveoso, è stato allestito l’ingresso del Campo Romano.

La casa del principe Ben Hur è invece in via Muro scelta dai registi Pasolini e Gibson per alcune delle sequenze più importanti dei loro film, che sarà interessata dalle riprese per 11 giorni, mentre per altri 14 si girerà nel centro storico, in via Fiorentini, in piazza Duomo, nella chiesa di Santa Maria de Armenis, in via Ridola, in via Pentasuglia, nella piazzetta della cittadinanza attiva in via delle Beccherie dove saranno utilizzati effetti speciali che riprodurranno la pioggia. Per 4 giorni si girerà inoltre tra Piazza San Pietro Caveoso e vico Solitario e ultimi cinque sulla Murgia, nel Parco delle chiese rupestri. Insomma il via vai è assicurato.

Ma si sa, per il cinema c’è un prezzo da pagare. Tuttavia i tempi sono brevi. Le riprese a Matera si concluderanno il 6 marzo, poi il cast e la produzione si sposteranno a Roma, negli Studi di Cinecittà, per completare le ultime scene del film la cui uscita è prevista nelle sale il 26 febbraio 2016.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400