Cerca

In Basilicata arriva il terzo bonus benzina

di LUIGIA IERACE
POTENZA - Questa volta ci siamo davvero e non è uno scherzo di carnevale. Il terzo bonus idrocarburi sta arrivando nelle tasche dei patentati lucani, ma non tutti avranno la stessa somma di denaro da spendere per fare il pieno di benzina. L’importo caricato sulla card dipenderà in funzione della fascia di reddito di appartenenza e oscillerà dai 30 euro, agli oltre 77 euro fino a un massimo di più di 154 euro
In Basilicata arriva il terzo bonus benzina
di LUIGIA IERACE

POTENZA - Questa volta ci siamo davvero e non è uno scherzo di carnevale. Il terzo bonus idrocarburi sta arrivando nelle tasche dei patentati lucani, ma non tutti avranno la stessa somma di denaro da spendere per fare il pieno di benzina. L’importo caricato sulla card dipenderà in funzione della fascia di reddito di appartenenza e oscillerà dai 30 euro, agli oltre 77 euro fino a un massimo di più di 154 euro.

Somme che in questi giorni sono in via di accreditamento sulle card dei diciottenni, patentati, residenti in Basilicata al 31 dicembre 2012. Sono questi i tre requisiti che ancora persistono per l’erogazione del terzo bonus secondo le norme del decreto interministeriale pubblicato il 7 agosto 2014 che ha modificato e integrato le norme per l’attribuzione del bonus idrocarburi.

E così dopo la pausa delle festività natalizie, Poste italiane ha dato corso alle operazioni, che si completeranno in settimana con l’accredito a tutti gli aventi diritto della quota spettante del Fondo relativo alle produzioni di idrocarburi in Basilicata nel 2011. Decurtate le somme destinate alle altre regioni (tra cui quelle dei rigassificatori, Liguria e Veneto) in conformità alle sentenza del Giudice Amministrativo, i primi a ricevere il bonus sono stati quei cittadini erroneamente esclusi dal secondo beneficio. Per loro è già stata completata l’erogazione dei 140, 25 euro. Si trattava di oltre 3.300 beneficiari che non avevano ricevuto la somma, ai quali il Ministero dello Sviluppo Economico ne aveva però riconosciuto il diritto. Sono le prime card ad essere state ricaricate ripagando cittadini che avevano ricevuto un torto ingiusto e chiudendo così definitivamente la partita del secondo bonus. Per loro è finalmente giunto il momento di ripescare la vecchia card e utilizzarla per l’atteso pieno di carburante. Cosa che faranno in questi giorni oltre 330mila patentati lucani che hanno fatto richiesta della card idrocarburi.

Per sapere l’importo che gli sarà accreditato dovranno guardare il loro reddito del 2011. Oltre 290mila cittadini avranno l’importo massimo che ammonta a 154,80 euro. A questa fascia appartengono tutti quei cittadini che hanno dichiarato all’Agenzia delle entrate un reddito inferiore a 28mila euro o chi non ha comunque dichiarato nulla. Alla seconda fascia di reddito appartengono circa 34 mila cittadini che vedranno caricata sulla loro card 77,40 euro. Sono tutti quei cittadini che hanno dichiarato tra i 28.001 euro e 75.000 euro. I più «ricchi», circa 2.500 beneficiari, avranno invece, solo 30 euro. A questa fascia di reddito appartengono tutti quelli che hanno dichiarato un reddito superiore a 75mila euro. Intanto comincia la ricerca della card, dimenticata in chissà quale cassetto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400