Cerca

Un ciak con De Niro nei Sassi di Matera?

di DONATO MASTRANGELO
MATERA - I Sassi di Matera set a cielo aperto sognando Robert De Niro. Dopo i capolavori del passato e il remake del kolossal Ben Hur che vedrà tra i protagonisti Morgan Freeman e le cui riprese partiranno il prossimo 2 febbraio, alcuni avrebbero addirittura scomodato uno dei mostri sacri di Hollywood, l’attore, regista e produttore statunitense Robert De Niro, come possibile protagonista di un nuovo film
Un ciak con De Niro nei Sassi di Matera?
di Donato Mastrangelo

MATERA - I Sassi di Matera set a cielo aperto sognando Robert De Niro. Dopo i capolavori del passato e il remake del kolossal Ben Hur che vedrà tra i protagonisti Morgan Freeman e le cui riprese partiranno il prossimo 2 febbraio, l’alone magico della settima arte che avvolge gli antichi rioni in tufo patrimonio dell’Unesco, sembra non conoscere sosta.

Neanche il tempo di dare il ciak, tra il Sasso Caveoso e l’altipiano della Murgia, alla pellicola diretta dal regista russo Timur Bekmambetov con la sceneggiatura scritta dal premio Oscar John Ridley (che narra le gesta del principe ebreo Judah Ben-Hur e che sarà in distribuzione nel 2016) e già nella Capitale Europea della Cultura 2019 si rincorre la ridda di voci e indiscrezioni su una possibile nuova produzione che vedrebbe come location ancora lo scenario naturale dei Sassi.

Alcuni avrebbero addirittura scomodato uno dei mostri sacri di Hollywood, l’attore, regista e produttore statunitense Robert De Niro, come possibile protagonista di un nuovo film nel sito che ha già ospitato, tra gli altri, Il Vangelo secondo Matteo (1964) di Pier Paolo Pasolini, Cristo si è fermato a Eboli (1978) del maestro Francesco Rosi recentemente scomparso e cittadino onorario di Matera, King David (1985) di Bruce Beresford, The Passion of the Christ (2004) di Mel Gibson.

Sono soltanto ipotesi frutto di una fervente immaginazione quelle su De Niro? Al momento appare difficile che il Taxi Driver, premio Oscar come non protagonista ne Il Padrino parte II nel 1975 e come migliore attore protagonista per Toro Scatenato nel 1981, possa essere al timone di una avventura cinematografica proprio a Matera.

Nell’immaginario collettivo, tuttavia, tutto è lecito. Anche sognare di vederlo all’opera tra i rioni Caveoso e Barisano. Intanto la nomination dei materani l’ha ricevuta pur non contando come le quattro ottenute per la corsa alle statuette d’oro per le interpretazioni di Taxi driver, Il cacciatore, Risvegli e Cape fear.

E visto che accarezzare un sogno non costa nulla, alla figura di De Niro ne viene affiancata un’altra di grande caratura: Gérard Depardieu. Sarà forse perchè l’attore francese naturalizzato russo, già candidato all'Oscar nel 1990 e premiato come miglior attore al Festival di Cannes, solo qualche anno fa si aggirava come un turista qualunque attratto dall’habitat rupestre della città lucana. Se così fosse, si ricomporrebbe la coppia dei due nemici-amici protagonisti del film Novecento (1976) di Bernardo Bertolucci. Suggestioni a parte, negli ambienti che contano, non si esclude di poter dare corpo ad una produzione, di levatura internazionale forse anche superiore a quella che sta girando il remake di Ben Hur, ripercorrendo sempre il genere storico.

A quanto pare si starebbero già scrivendo le sceneggiature, anche se non sarebbe stato deciso il nome del cineasta né definito il cast e, altro aspetto non meno trascurabile, i canali di finanziamento restano da individuare. È la conferma, in ogni caso, che i riflettori delle grandi major del cinema continuano ad essere puntati su Matera che continua così a sognare ad occhi aperti un po’ come Joe Morelli interpretato da Sergio Castellitto e protagonista nei Sassi de L’uomo delle stelle diretto da Giuseppe Tornatore nel 1995 e candidato agli Oscar nel 1996 come miglior film straniero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400